Verso la kermesse a 5 cerchi. Si lancia “Good Bormio“ con un progetto su Taneda

La località dell’Alta Valtellina mette in campo le prime iniziative per coinvolgere i residenti in vista delle Olimpiadi invernali 2026 di Milano-Cortina. Qui si svolgeranno le gare di sci.

Verso la kermesse a 5 cerchi. Si lancia “Good Bormio“ con un progetto su Taneda

Verso la kermesse a 5 cerchi. Si lancia “Good Bormio“ con un progetto su Taneda

Progetti, iniziative ed eventi per il lancio di Good Bormio. A due anni dal via delle Olimpiadi di Milano Cortina 2026, kermesse che vedrà la Magnifica Terra ospitare le prove maschili di sci alpino e tutte quelle di sci alpinismo, il Comune di Bormio ha avviato il percorso per coinvolgere la popolazione. Il buono e il bello, tutto il meglio di Bormio, un termine inglese, “good“, che diventa acronimo, Gruppo Operativo Olimpico di Bormio, per divulgare i valori e i simboli olimpici attraverso progetti di diverse tematiche da condividere sul territorio, coinvolgendo i cittadini di ogni età, dai giovani agli anziani, dalle associazioni agli ex atleti.

Il primo progetto, realizzato con il Comune di Valdisotto, è una favola inedita che ha quale protagonista Taneda, la mascotte del comprensorio, animata dalla penna di Gioele Rini.

"Siamo orgogliosi di lanciare Good Bormio con un progetto su Taneda - sottolinea l’assessore Emilia Pedranzini - per trasmettere i valori olimpici e coinvolgere i cittadini, a cominciare da bambini e ragazzi. Le Olimpiadi segneranno il futuro di Bormio e di tutto il comprensorio e per questo vogliamo che siano comprese e sentite sul territorio per ciò che rappresentano e per le prospettive che aprono. Ci prepariamo a ospitare il più importante evento al mondo per gli sport invernali, un’occasione unica e irripetibile che tutti dobbiamo cogliere". Il primo evento è quello in programma venerdì 12 gennaio: ospite (alle 16.30 alla Biblioteca) di Good Bormio sarà l’ex fuoriclasse, recordman del salto con l’asta prima dell’avvento di Duplantis, e mito vivente dell’atletica leggera, Sergej Bubka.