Tutti in piedi per l’inno di Mameli. La Fanfara fa il pieno d’applausi

Concerto della Fanfara del Terzo Reggimento carabinieri Lombardia a Pavia in onore di Sant'Agostino e della sezione intitolata a "Maresciallo Maggiore Felice Maritano". Partecipazione delle autorità locali e cittadini.

Tutti in piedi per l’inno di Mameli. La Fanfara fa il pieno d’applausi

Tutti in piedi per l’inno di Mameli.

La “Fedelissima“, marcia d’ordinanza dell’Arma dei carabinieri in apertura e il Canto degli italiani con in mezzo vari brani classici e moderni sono risuonati l’altra sera in un teatro Fraschini gremito di persone dove era in programma il concerto della Fanfara del Terzo Reggimento carabinieri Lombardia, organizzato dalla locale sezione dell’Associazione nazionale carabinieri in congedo, a coronamento di due importanti ricorrenze, il XIII centenario della traslazione delle spoglie di Sant’Agostino a Pavia e i cent’anni della costituzione della sezione intitolata successivamente alla medaglia d’oro al valor militare “Maresciallo Maggiore Felice Maritano“. Un concerto in onore dell’illustre vicino di casa al quale l’Arma è molto legata. Infatti è da oltre vent’anni che i carabinieri del comando provinciale occupano l’immobile di fianco alla basilica di San Pietro in Ciel d’Oro, che custodisce le spoglie del santo.

All’evento, organizzato anche grazie ai contributi forniti dal Comune, la Provincia, la Camera di Commercio e Assolombarda di Pavia, hanno partecipato le autorità locali, le associazioni combattentistiche e d’arma della provincia e numerosi cittadini. Erano presenti anche diversi studenti e professori del liceo musicale Cairoli.

Manuela Marziani