Tre documentari made in Italy raccontano le “Rovine d’America“

Outsider, attivisti, hippie, fuorilegge, irregolari, persone senza fissa dimora: sono loro i protagonisti della rassegna itinerante di film documentari “Rovine...

Tre documentari made in Italy raccontano le “Rovine d’America“
Tre documentari made in Italy raccontano le “Rovine d’America“

Outsider, attivisti, hippie, fuorilegge, irregolari, persone senza fissa dimora: sono loro i protagonisti della rassegna itinerante di film documentari “Rovine d’America“, in sala al Nuovo Eden di Brescia da mercoledì. Tre i film in programma: Stonebreakers di Valerio Ciriaci; West of Babylonia di Emanuele Mengotti; Last Stop Before Chocolate Mountain di Susanna Della Sala (nella foto).

Tre registi under 40 che hanno vissuto parte della propria vita negli Stati Uniti e che hanno deciso di raccontarne aspetti di norma non sufficientemente esplorati. I film sono proposti in prima visione per la città, in versione originale con sottotitoli in italiano e sono accompagnati dalla presenza in sala dei registi in dialogo con Matteo Asti, docente dell’Università Cattolica di Brescia e dell’Accademia Belle Arti SantaGiulia.

A Brescia la rassegna è organizzata da Fondazione Brescia Musei, in collaborazione con ZaLab e Brixia Film Fest (un progetto di Line Culture). Come spiegano i registi, i tre film mostrano "un’America spezzata, alle prese con la crisi di un mito che affascina milioni di persone in tutto il mondo, mentre contemporaneamente è in atto un conflitto culturale che coinvolge i suoi abitanti ed è oggetto di dibattito anche fuori dai suoi confini".

F.P.