Tangenziale di Morbegno
Tangenziale di Morbegno

Morbegno (Sondrio), 5 novembre  2018 - Prima prova superata: dopo il lungo week-end di Ognissanti non si sono registrati code e rallentamenti tra Ardenno e Morbegno, dove, fino a solo una settimana fa, in caso di traffico intenso si creava un vero e proprio tappo. Merito della nuova tangenziale di Morbegno, inaugurata esattamente una settimana fa e che permette alle auto di bypassare il centro abitato, snellendo decisamente il traffico. Tanto che, almeno per ora, non è stato necessario adottare piani anti code che, invece, scattavano già a inizio novembre prima dell’apertura del nuovo tratto di Statale 38.

Niente presidio, quindi, coordinato dalla Prefettura di Sondrio e che prevedeva più controlli delle forze dell’ordine sulle strade, ma anche indicazioni agli automobilisti per scegliere tratti alternativi all’arteria principale della provincia, la statale. Quest’anno il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, individuato proprio per adottare le misure utili a tenere monitorato il traffico in occasione delle festività quando le auto in circolazione sono come sempre in aumento, non ha fornito indicazioni in merito.

«Non ce n'è stato bisogno – conferma il comandante della polizia associata della Bassa Valle, Paolo Tarabini – perché il provvedimento era funzionale alla viabilità preesistente. Con la nuova statale si bypassano Morbegno e i comuni limitrofi, dove obbligatoriamente i mezzi prima si sommavano alla circolazione ordinaria provocando inevitabilmente incolonnamenti più o meno gravi in corrispondenza, in particolare, dei territori di Cosio Valtellino e Morbegno». E sono quasi venti i minuti che la tangenziale di Morbegno ha regalato agli automobilisti dopo la sua inaugurazione. Venti minuti che arrivano dalla possibilità di non passare dal centro della Città del Bitto, evitando quindi ogni attraversamento pedonale e rotonda tra lo svincolo di Tartano e Cosio Valtellino.

E se il primo test è stato superato senza ombra di dubbio, sia giovedì a salire verso Sondrio, sia ieri scendendo in direzione di Milano, per la soddisfazione dei turisti che hanno scelto la Valtellina per trascorrere il lungo ponte di Ognissanti e, magari, fare una passeggiata sopra il Ponte del cielo di Tartano, anche ieri preso d’assalto come ogni week-end, da adesso in poi ogni fine settimana sarà buono capire se davvero i problemi relativi al traffico, almeno in Bassa Valtellina, siano stati risolti.

Il prossimo week-end, ad esempio, vedrà centinaia di sportivi arrivare a Sondrio per il Valtellina Wine Trail, gara spettacolare fra i terrazzamenti dei vigneti della Valtellina. Poi, già a fine novembre, meteo permettendo, partirà la stagione dello sci, con l’assalto degli amanti della neve alle piste della Valmalenco, di Aprica e dell’Alta Valle. Con i tanti turisti che amano le località di villeggiatura della Valtellina che potranno provare la nuova strada e risparmiare alcune decine di minuti evitando, inoltre, le lunghe code al conoide del Tartano.