Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 mar 2022

"Sembrava un film, poi li hanno catturati"

Cazzago, l’operazione del Ros e la caccia all’uomo. Il testimone: sono scesi incappucciati, hanno fermato un’auto e poi l’arresto

12 mar 2022
Una pattuglia della polizia durante l’operazione condotta dalla Dda ieri sera
Una pattuglia della polizia durante l’operazione condotta dalla Dda ieri sera
Una pattuglia della polizia durante l’operazione condotta dalla Dda ieri sera
Una pattuglia della polizia durante l’operazione condotta dalla Dda ieri sera
Una pattuglia della polizia durante l’operazione condotta dalla Dda ieri sera
Una pattuglia della polizia durante l’operazione condotta dalla Dda ieri sera

di Milla Prandelli

"Non avrei mai pensato di assistere a una scena, così, come in un film americano – ha spiegato, Cristian B., uno dei tanti testimoni che hanno assistito all’operazione che ha portato all’arresto di quattro ricercati per rapina e furto ieri sera nella zona di Cazzago nel Bresciano – all’improvviso quattro uomini col mefisto hanno fermato la macchina e fatto scendere un uomo, a cui hanno puntato addosso la pistola, facendolo sdraiare e ammanettare. Poi è stato portato via. Io sono tornato a casa". È stata una serata ad alta tensione tra Ospitaletto e Cazzago San Martino, dove il comando provinciale dei carabinieri di Brescia e la polizia di Stato hanno messo in atto parte di quella che è una vasta operazione mirata a sgominare una banda di criminali dediti ai reati contro il patrimonio, tra cui rapine. In campo sono scesi almeno 150 agenti e militari perfettamente preparati, che per mesi hanno studiato come e dove intervenire. Le ultime settimane sono state spese per mettere a punto ogni particolare dell’intervento. Un’ operazione chirurgica insomma, che però è sfuggita di mano dopo i primi fermi, effettuati tra Ospitaletto e la rotonda in località Pedrocca, un quadrivio da cui si raggiungono varie località del territorio. Le forze dell’ordine sono entrate in azione contemporaneamente a Ospitaletto e Pedrocca, alcuni autobilisti hanno assistito al fermo di un uomo a bordo di una Hunday, proveniente da Rovato,che è stato fermato e fatto scendere.

Chi si trovava per strada è stato invitato ad andarsene, mentre carabinieri e poliziotti avvisavano i residenti dell’operazione in corso chiedendo a tutti di non uscire e chiudersi a chiave nei loro appartamenti, senza lasciare entrare nessuno. Nel frattempo un uomo si è barricato in un uno stabile che si trova sulla destra della via che dalla rotonda conduce alla frazione di Pedrocca, dove sono giunte decine di vetture di polizia e carabinieri e dove molte persone hanno assistito da lontano alla caccia all’uomo. Ad un certo punto la strada è stata chiusa e da lontano si sono sentiti dei colpi.

"Comunico che l’operazione è finita e chi era nel capannone è stato arrestato - ha detto il sindaco di Cazzago San Martino Fabrizio Scuri per tranquillizzare la popolazione – erano otto mesi che i carabinieri controllavano la situazione. Non ci sono state sparatorie. Si è trattato di bombe stordenti. Non ci sono morti e feriti. Pare fossero tutti italiani, tra cui un cazzaghese. Vi sono state operazioni anche in altri centri della provincia. Tutto si è risolto. I carabinieri continueranno a presidiare l’area".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?