FULVIO D’ERI
Cronaca

Morbegno e la fiducia a Del Nero: "Decisivi il mio nome e la squadra"

Le previsioni davano per favorito Roberto Marchini, invece a spuntarla è stato l’imprenditore "Dobbiamo rilanciare la città che per troppi anni si è seduta. Nessun rancore, rappresenterò tutti".

Morbegno e la fiducia a Del Nero: "Decisivi il mio nome e la squadra"

Morbegno e la fiducia a Del Nero: "Decisivi il mio nome e la squadra"

Morbegno (Sondrio) – La vittoria di Patrizio Del Nero non è stata una sorpresissima, vista la sua storia politica e imprenditoriale, ma le previsioni della vigilia, sicuramente, davano per favorito Roberto Marchini. E, invece, Del Nero e la sua squadra sono riusciti evidentemente ad entrare nel cuore dei morbegnesi e ora sono pronti a reggere le sorti della seconda città, per numero di abitanti e importanza, della provincia di Sondrio.

"Sono riuscito a piazzare la zampata vincente – dice Patrizio Del Nero, poco prima di entrare per la prima volta in comune e indossare la fascia tricolore –. Cosa mi ha permesso di vincere? Credo la mia storia personale, la mia credibilità, il mio passato sia a livello amministrativo sia imprenditoriale. Ma anche la bontà della squadra. Sono veramente molto soddisfatto del risultato ottenuto, è stata una campagna elettorale impegnativa, difficile, tosta ma con una squadra preparata, motivata e radicata nella città siamo riusciti a spuntarla garantendo a Morbegno un governo per i prossimi 5 anni. Saremo all’altezza delle aspettative". Del Nero analizza la situazione e si toglie qualche sassolino. "Ci sono state delle posizioni contrarie al nostro progetto politico amministrativo, la cittadinanza ha compreso che i risultati devono essere ottenuti nella città e non attraverso manovre di palazzo. Questo ci ha consentito di vincere". Il nuovo primo cittadino di Morbegno sgombra subito il campo da possibili rancori.

"Sono il sindaco di tutti i morbegnesi e svilupperò il mio programma politico amministrativo, così come abbiamo annunciato, per riuscire a rilanciare una città che per troppi anni si è seduta e deve essere rilanciata. Vogliamo una Morbegno che riprenda il suo ruolo guida nel mandamento e anche in campo provinciale, come motore dell’economica, come sviluppatore di servizi e di innovazione. E come idea nuova di sviluppo sostenibile. Ringrazio i tantissimi elettori, i cittadini che ci hanno votato, perché con loro collaborerò. E’ un lavoro impegnativo quello che vogliamo sviluppare, ma lo faremo con grande armonia, con grande disponibilità e grande determinazione perché Morbegno se lo merita".