Sarà definita nel prossimo mese di marzo la posizione di un 40enne lecchese accusato di maltrattamenti, molestie, abusi sessuali e utilizzo di materiale pedopornografico.

Ieri - davanti al Gup del Tribunale, Salvatore Catalano - è stata discussa la posizione del lecchese che è accusato di vari episodi. Il suo legale ha chiesto il rito abbreviato e il Pm Massimo De Filippo, partendo dalla pena di 6 anni e 5 mesi, ha chiesto 4 anni e 4 mesi di reclusione.

La sentenza sarà letta dal giudice Catalano nella prima settimana di marzo.

A.P.