Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 mar 2022

Iseo assediato dai vandali "Assaltano anche le barche"

Presi di mira gli scafi ormeggiati, alcuni ragazzi sono stati anche fotografati. Protestano i proprietari: "Ormai la situazione sta diventando insostenibile"

3 mar 2022
milla prendelli
Cronaca
I ragazzi fotografati prima dei danni
I ragazzi fotografati prima dei danni
I ragazzi fotografati prima dei danni
I ragazzi fotografati prima dei danni
I ragazzi fotografati prima dei danni
I ragazzi fotografati prima dei danni

di Milla Prendelli Gli iseani non ne possono più dei continui vandalismi messi a segno da uno o più gruppi di ragazzini nel centro e nelle frazioni del paese: Pilzone, Clusane e Cremignane. In paese molti conoscono l’identità dei componenti di almeno uno dei gruppetti che entrano in azione per lo più nel fine settimana. Il bilancio degli ultimi giorni è una serie di danni: un convoglio parcheggiato nella stazione di Iseo e atti vandalici su varie imbarcazioni ormeggiate nei porti di Iseo, dove alcuni vandali sono anche stati fotografati mentre gozzovigliavano su una di esse e messi in fuga. I carabinieri della caserma di Iseo e del nucleo radiomobile di Chiari hanno denunciato quattro ragazzini del posto che, dopo essere saliti sul convoglio e avere dato fuoco ai sedili, hanno preso gli estintori e, rotti e vetri e finestrini hanno imbrattato tutto con la loro schiuma. È accaduto lunedì nel pomeriggio. L’impresa dei giovani non è passata inosservata e così sono stati chiamati i carabinieri che li hanno fermati e portati in caserma. Dovranno rispondere di danneggiamento e furto. Scene analoghe sono state viste dai proprietari di alcune barche ormeggiate in porto. Dopo che sabato notte un gruppo di vandali, non è possibile affermare di tratti delle stesse persone di lunedì, è stato fatto allontanare dalle imbarcazioni da alcuni privati cittadini, che li hanno fotografati, domenica sono state vandalizzati motoscafi e gozzi. "La situazione in paese sta diventando insostenibile – dicono alcuni dei padroni dei natanti – non possiamo passare le serate a passeggiare tra i porti per difendere quanto ci appartiene. I danni sono sempre ingenti, anche se per loro è un gioco divertente e magari non credono di fare nulla di male. Siamo stati tutti giovani, ma non è possibile continuare a perdonare". Qualche settimana fa era ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?