Il rilancio di Prato Valentino divide. C’è un progetto da dodici milioni ma con il clima lo sci è un azzardo

Teglio, il sindaco: "Vogliamo rifare due tronconi della seggiovia e renderla funzionale anche per le bici"

Il rilancio di Prato Valentino divide. C’è un progetto da dodici milioni ma con il clima lo sci è un azzardo

Il rilancio di Prato Valentino divide. C’è un progetto da dodici milioni ma con il clima lo sci è un azzardo

Il Comune di Teglio vuol rilanciare il comprensorio sciistico di Prato Valentino con un progetto di 12 milioni di euro proposto a Regione Lombardia. Uno studio ambizioso per rilanciare l’unica località sciistica valtellinese esposta completamente al sole. Ma si sa che dove c’è troppo sole, la neve non può essere mai delle migliori e, in tempi di cambiamenti climatici, la situazione non può che peggiorare. Ma l’amministrazione Filippini ci crede. Nel patto tra Regioni e Comuni era previsto per Prato Valentino, stazione sciistica con impianti sopra i 1.700 metri di altezza, la realizzazione di una nuova seggiovia quadriposto "Combolina" con un esborso di 3.1 milioni di euro, divisi in modo equo tra Regione e Comune di Teglio, con la formula del project financing. Formula che prevede la presenza di uno o di più investitori a fianco del pubblico. Nessuno si è però presentato. "Pensiamo che Prato Valentino abbia un gran potenziale sia d’inverno sia d’estate – dice il primo cittadino tellino Ivan Filippini – e per riuscire a rilanciare l’area abbiamo presentato in Regione un piano da 12 milioni di euro che prevede un investimento di 8 milioni di euro per rifare due tronconi della seggiovia e renderla funzionale anche per il trasporto delle Mtb in quota. Il resto verrebbe investito nella costruzione di 6/8 parchi avventura per sviluppare attività e allungare la stagione dell’Alpe Teglio. Il patto precedente è al momento congelato, in attesa delle valutazioni di Regione Lombardia che si dovrà esprimere sulla nostra nuova proposta". Visti i cambiamenti climatici in atto, in paese però in tanti sono contrari a puntare ancora sullo sci a Prato Valentino.