Apre a Bormio il Trauma center: a guidarlo il medico dello sci azzurro. Ecco come funziona

La struttura - collegata al Gruppo San Donato - sorge nei pressi dello ski stadium della pista Stelvio sarà curata dal dottor Andrea Panzeri già a guida della commissione della Federazione sport invernali

Il dottor Andrea Panzeri  ha seguito Sofia Goggia e curato gli altri sciatori azzurri

Il dottor Andrea Panzeri ha seguito Sofia Goggia e curato gli altri sciatori azzurri

Bormio, 14 gennaio 2024 –  A Bormio è nato il Trauma Center.

Da qualche giorno nella Magnifica Terra, a pochi passi dallo ski stadium della pista Stelvio, è pienamente operativa la struttura sanitaria gestita dal dottor Andrea Panzeri, il capo della commissione medica della Fisi (la Federazione italiana sport invernali) colui che ha seguito e rimesso in piedi più volte Sofia Goggia e gli altri sciatori azzurri.

Il Trauma Center è un grande plus per Bormio, in primis, ma per tutta l’alta Valtellina, perché avere a disposizione in inverno e in estate una struttura di così alto livello, specializzata in traumatologia, permette a residenti e ospiti di avere a disposizione dei professionisti di primissima fascia. Un centro che, in una zona ad alta vocazione turistica, potrà "dare una mano" al Morelli di Sondalo, sotto pressione soprattutto nei momenti clou della stagione.

"Da amante della montagna, della Valtellina e di Bormio ho deciso di allestire questo Trauma Center – dice Andrea Panzeri – per fornire un servizio importante ai residenti di una zona a vocazione sportivi e ai turisti. Certo, in Alta Valle c’è l’ospedale di Sondalo, ma è chiaro come soprattutto per gli sportivi i tempi della diagnostica siano importanti e noi possiamo fornire una risposta in tempi rapidi. Da anni avevo intenzione di fare qualcosa del genere per intercettare una richiesta del territorio e finalmente tutto si è incastrato perfettamente"

. All’interno della struttura i pazienti con traumi "vengono sottoposti a visita medica, indagini radiografiche e a risonanza magnetica (mano, polso, gomito, caviglia e ginocchio) per un trattamento immediato. Il paziente, in caso di necessità di un’operazione, potrà essere seguito presso strutture quali quelle del Gruppo S.Donato (ospedale Galeazzi, Sant’Ambrogio, istituto clinico San Siro, La Madonnina) che sono collegate direttamente al nostro centro. Nel centro ci sono sempre un ortopedico e un tecnico di radiologia. Io fungo da "garante", diciamo così, grazie all’esperienza maturata in questi anni".

Il Trauma Center sarà aperto per tutta la stagione invernale ed estiva. "L’idea è quella di tenere aperto anche alcuni giorni nelle altre stagioni, ma questo dipenderà dalla richiesta del servizio".