Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
14 lug 2022
14 lug 2022

A Villa Carlotta già 100mila ospiti

In appena tre mesi di apertura ha eguagliato i visitatori della scorsa stagione

14 lug 2022
Alessia Cannella e Marco Camerlengo sono stati i visitatori numero 100mila
Alessia Cannella e Marco Camerlengo sono stati i visitatori numero 100mila
Alessia Cannella e Marco Camerlengo sono stati i visitatori numero 100mila
Alessia Cannella e Marco Camerlengo sono stati i visitatori numero 100mila
Alessia Cannella e Marco Camerlengo sono stati i visitatori numero 100mila
Alessia Cannella e Marco Camerlengo sono stati i visitatori numero 100mila

È toccata a una coppia di turisti di Civitanova Marche, Alessia Cannella e Alessandro Camerlengo, la fortuna di essere gli ospiti numero 100mila di Villa Carlotta che grazie ai suoi meravigliosi giardini si è confermata uno dei beni più visitati di tutta la Lombardia. Alessia e Alessandro hanno ricevuto in premio un libro che celebra la storia della villa, ma a festeggiare è tutto lo staff dell’ente che in poco più di tre mesi di apertura ha collezionato più turisti di tutto il 2021, quando a frenare gli ingressi era stata la pandemia. Otre al giardino, magnifico in ogni stagione, e alle collezioni del museo, il pubblico che visita la villa in queste settimane sta apprezzando anche le due mostre recentemente inaugurate: “Paola Mattioli: quattro stanze per quattro storie“ che si potrà visitare fino al prossimo 4 settembre e “La Scena dell’arte“, aperta fino al 6 novembre. Un anno da incorniciare per la villa che ha ottenuto anche un finanziamento da 1,5 milioni di euro nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), classificandosi al sesto posto in Italia. Il progetto propone il recupero dell’area boschiva sul retro della villa, per creare un nuovo percorso che dal giardino arriverà alla zona delle serre.

"L’intento è di aprire al pubblico altri spazi di visita del giardino per valorizzare i numerosi percorsi che dalla villa conducevano nella zona alta del compendio in radure e punti panoramici, caratterizzati dalla presenza di esemplari secolari di platani, liriodendri e castagni -spiega la direttrice Angela Previtera - A queste azioni si aggiungono attività finalizzate a una maggiore sostenibilità ambientale e di economia circolare, tra le quali l’impianto di compostaggio per la gestione del ciclo dei rifiuti vegetali".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?