Intervento chirurgico
Intervento chirurgico

Torino - Eccezionale intervento alla Città della Salute di Torino: un robot ha asportato a una bimba di 4 anni un tumore renale maligno senza rimozione dell'intero organo, dopo la ricostruzione in 3D. Si tratta del primo intervento di questo tipo in età pediatrica in Italia e uno dei pochissimi al mondo. Quando la bambina è stata portata al pronto soccorso, aveva febbre alta e dolori addominali. Un'ecografia e una Tac hanno rivelato una massa di circa 4 centimetri al polo superiore del rene destro. La piccola, di soli 14 chili di peso, è stata immediatamente ricoverata nel reparto di Oncoematologia: anche dopo ulteriori indagini e una risonanza magnetica la diagnosi non è risultata certa, dal momento che avrebbe potuto trattarsi di un tumore maligno ma anche di un tumore benigno o di una malformazione congenita. Il caso è stato discusso in maniera multidisciplinare dagli oncologi, urologi e urologi pediatrici della struttura ospedaliera.

La massa era in una posizione di difficile accesso, localizzata tra il fegato, i grossi vasi del corpo (vena cava inferiore) e i vasi del rene. Di qui, la decisione dei sanitari di effettuare in modo sperimentale l'intervento per via robotica. L'operazione è stata accuratamente pianificata e l'anatomia della bimba ricostruita in maniera tridimensionale (3D) sulla base della Tac e della risonanza magnetica. Pochi giorni dopo la bimba è stata operata con tecnica robotica: in tre ore di intervento, il tumore è stato asportato completamente e il rene accuratamente preservato. La bambina è stata tenuta in osservazione per 24 ore nella Terapia intensiva del Regina Margherita per poi essere trasferita nel reparto di Chirurgia Alta Intensità e dopo soli 4 giorni è tornata a casa guarita. All'esame istologico è risultato essere un tumore maligno, completamente asportato. La piccola sta bene e proseguirà i controlli medici. Della brutta avventura le restano solo 4 piccole cicatrici sull'addome, quasi invisibili.