Vigevano, tentano di prelevare soldi con un Bancomat rubato ma vengono scoperti: ragazzini nei guai

A richiamare l’attenzione degli agenti è stato il fatto che il giovane che utilizzava la tastiera indossava una vistosa mascherina e un cappellino con visiera, chiaro intento di non farsi riconoscere

La polizia in azione

La polizia in azione

Vigevano, 1° febbraio 2024 – Tre minorenni, un quattordicenne senza fissa dimora, il cugino di appena 10 anni residente a Voghera ed un diciassettenne residente a Bressana Bottarone, tutti di nazionalità bosniaca, tutti con già alle spalle precedenti per reati contro il patrimonio, sono finiti nei guai dopo essere stati sorpresi ad armeggiare allo sportello Bancomat di un istituto di credito di piazza Volta.

A richiamare l’attenzione degli agenti era stato il fatto che quello che stava utilizzando la tastiera indossava una vistosa mascherina ed un cappellino con visiera con il chiaro intento di non farsi riconoscere. Alla vista del personale del comando di via San Giacomo i tre hanno tentato di dileguarsi attraverso un cortile privato dell’attiguo corso Genova ma sono stati raggiunti e bloccati proprio mentre stavano tentando di liberarsi della carta elettronica.

Il bancomat era stato sottratto poco prima dall’auto di una donna di 75 anni in viale dei Mille, nella stessa zona della città: mentre uno dei tre la distraeva uno dei complici le aveva rubato la borsetta che aveva sul sedile del passeggero.

Il minorenne che era in possesso del Bancomat è stato denunciato alla Procura presso il Tribunale per i minorenni di Milano: dovrà rispondere di ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito.