MANUELA MARZIANI
Cronaca

Pavia, polemiche sulla gestione della piscina Folperti: “Asm si è già dimostrata inefficiente”

L’affidamento della piscina coperta solleva un’ondata di polemiche: un colpo di mano agostano

La piscina coperta di via Folperti a Pavia

La piscina coperta di via Folperti a Pavia

Il gestore non si trova, il bando è andato deserto e così sarà Asm a occuparsi della piscina coperta di via Folperti. La decisione è appena stata assunta nella riunione di Giunta e già solleva polemiche. "Asm ha già dato ampie dimostrazioni d’incapacità e inefficienza negli altri servizi che fornisce al Comune – ha commentato Niccolò Fraschini, capogruppo in Consiglio della civica Pavia Prima – Riteniamo un grave errore affidarle la gestione della Folperti".

Il bando predisposto dall’Amministrazione comunale aveva carattere transitorio e, secondo la società Piscine Melegnano che si è occupata della gestione fino a giugno, non consentiva di raggiungere il pareggio tra costi e ricavi. Non solo, la bozza della convenzione secondo i precedenti gestori non teneva conto dei lavori di cui ha bisogno l’impianto.

“Se l’affidamento della piscina ad Asm fosse realmente temporaneo, lo riterremmo una soluzione accettabile pur di garantire la pronta riapertura – ha aggiunto Fraschini – Il nostro timore è che il vero obiettivo di questa Amministrazione sia di far diventare definitivo questo affidamento: sarebbe un errore imperdonabile, così come lo è stato affidare ad Asm la gestione della sosta, del verde e dei rifiuti".

La paura di molti utenti è che non si riesca ad aprire l’impianto a settembre. Secondo il sopralluogo dei tecnici comunali, la piscina necessiterebbe di lavori per almeno 2 milioni. Prima del Covid, Piscine Melegnano aveva predisposto un project financing per realizzare una nuova vasca e intervenire sulla struttura ormai datata, riuscendo così anche a risparmiare sulle utenze.

“Il Comune effettui i lavori sull’impianto di sua proprietà, lasciando per il prossimo anno la gestione ad Asm – ha proseguito Fraschini – e poi si trovi un gestore. Non è possibile che tutto debba essere gestito da Asm. In un’ottica di sussidiarietà e di efficienza del servizio chiediamo che, al termine dell’affidamento temporaneo, la gestione ordinaria della Folperti venga assegnata mediante gara pubblica, che punti sul rilancio pluriennale e stabilisca chiaramente gli interventi di manutenzione straordinaria a carico del Comune. Si trovi una soluzione – ha concluso Fraschini, che giudica il provvedimento della Giunta un colpo di mano agostano – Noi da settembre ci batteremo contro questa sciagurata decisione".