Pavia, furto dal parrucchiere: è il terzo in meno di un anno

I ladri avevano già razziato il negozio di via Tasso, rubando prodotti professionali costosi. Il sistema antifurto con fumogeno ha allertato agenti e vigili del fuoco ma i malviventi erano già scappati

Gianfranco Arcadipane, titolare del negozio di parrucchieri in via Tasso a Pavia

Gianfranco Arcadipane, titolare del negozio di parrucchieri in via Tasso a Pavia

Pavia, 4 gennaio 2024  – Mancavano pochi minuti alle 3 di notte quando il telefono del titolare di “Look Center 2 - Hairstylist & Estetica” è squillato per il sistema antifurto scattato in negozio. Il negozio di Gianfranco Arcadipane si trova in via Tasso a Pavia e appena è partito l’allarme l’uomo si è precipitato sul posto e ha trovato polizia e vigili del fuoco.

“I ladri hanno forzato la porta e fatto scattare l’allarme fumogeno.  – ha raccontato la vittima del furto - Ora devo ancora finire l’inventario per capire cosa e quanto hanno rubato questa volta”. 

Quest’ultimo non si tratta del primo furto subìto dallo stesso esercente. “È la terza volta che entrano – conferma il titolare – in meno di un anno. L’ultima volta avevano portato via una decina di ‘elettrici’, prodotti professionali molto costosi, che hanno anche un certo mercato. Devo ancora verificare a quanto ammonta il danno questa volta. E nel frattempo ho anche dovuto chiamare subito il fabbro, perché la porta forzata non si chiudeva neppure”.

Il titolare del negozio derubato indica il punto in cui la porta d'ingresso è stata forzata dai ladri
Il titolare del negozio derubato indica il punto in cui la porta d'ingresso è stata forzata dai ladri

L’intervento dei vigili del fuoco è scattato perché il sistema antifurto con fumogeno provoca anche un allarme antincendio, pur in assenza di un vero incendio. La polizia ha effettuato il consueto sopralluogo e avviato le indagini per cercare di risalire ai responsabili. Non si tratterebbe di malviventi che si accontentano di pochi contanti lasciati come fondo cassa, che prendono di mira altre tipologie di esercizi commerciali, ma di ladri interessati a specifici prodotti professionali da parrucchiere.