Pavia, furto di monetine all'Itis Cardano: 41enne sorpreso con le mani nelle macchinette

L’uomo, senza fissa dimora, ha scassinato cinque distributori automatici di bevande e snack. Denunciato dai carabinieri, che l’hanno acciuffato mentre era ancora all’interno della scuola

L'esterno dell'Itis Cardano (Foto d'archivio)

L'esterno dell'Itis Cardano (Foto d'archivio)

Pavia, 8 gennaio 2024 – Ladro “di monetine” sorpreso in flagranza dai carabinieri e denunciato. P.D., 41enne originario di Palermo ma di fatto senza fissa dimora, è stato denunciato in stato di libertà per l’ipotesi di reato di furto aggravato. L’uomo è stato bloccato dai militari del Radiomobile della compagnia di Pavia all'interno dell'Itis Cardano, in via Verdi.

È stato trovato in possesso di 170 euro in monetine, che aveva appena rubato scassinando cinque distributori automatici di bevande e snack presenti all’interno del plesso scolastico.

La refurtiva è stata recuperata per essere poi restituita ai titolari dell’azienda di distribuzione. Un bottino non particolarmente ingente, ma che risulta da una delle tipologie di furto più diffusa e che rientra nell’ambito dei servizi di prevenzione e di repressione disposti dalle forze dell'ordine. Nel mirino dei “ladri di monetine” rientrano infatti sia le scuole, di ogni ordine e grado, sia gli uffici specialmente quelli pubblici, usati come bancomat dai soliti ignoti che si introducono solitamente di notte, ma anche nelle giornate di chiusura.

I furti presuppongo anche irruzioni che creano non pochi danni: porte e finestre danneggiate per intromettersi negli edifici, casse delle macchinette forzate per recuperare tutte le monete contenute.