Pavia, due intossicati per fuga di monossido: controlli disposti in tutto il palazzo

Le condizioni delle due persone coinvolte sono per fortuna migliorate, ma dovranno essere ispezionate le condotte per lo scarico dei fumi non solo nell'appartamento ma nell'intero edificio in viale Sicilia

Pavia, i vigili del fuoco intervenuti in viale Sicilia

Pavia, i vigili del fuoco intervenuti in viale Sicilia

Pavia, 1 aprile 2024 - Le conseguenze per i due intossicati a causa di una fuga di monossido non sono state per fortuna gravi, ma l'episodio ha fatto scattare controlli alle tubature di scarico dei fumi in tutto il palazzo.

Sono infatti migliorate nell'arco di poche ore le condizioni della donna di 35 anni e dell'uomo di 49 anni soccorsi verso le 13 di ieri, domenica di Pasqua, in viale Sicilia a Pavia, trasportati con l'ambulanza in codice giallo al pronto soccorso del Policlinico San Matteo. L'allarme è evidentemente scattato ai primi sintomi, prima che il monossido di carbonio facesse danni più gravi. 

L'intossicazione sarebbe stata provocata dal malfunzionamento di una stufetta a gas, da quanto è stato possibile verificare da parte dei vigili del fuoco intervenuti sul posto, con gli accertamenti ancora in corso. Non solo nell'appartamento che si era saturato del pericoloso gas che si forma a seguito di combustione, privando l'aria di ossigeno con conseguenze anche gravi per le persone coinvolte. Gli ispettori di Ats Pavia hanno infatti disposto controlli agli impianti di scarico dei fumi, con le ispezioni delle condotte non solo nell'appartamento coinvolto ma anche in tutto l'edificio, per verificare eventuali anomalie e scongiurare ulteriori simili episodi.