Villasanta, la sfida ai due poli. Gaia Carretta è il terzo incomodo

Giornalista ed esperta di comunicazione, si propone come la candidata di una lista civica “pura“. È stata portavoce del ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro e del governatore Formigoni.

Villasanta, la sfida ai due poli. Gaia Carretta è il terzo incomodo
Villasanta, la sfida ai due poli. Gaia Carretta è il terzo incomodo

La campagna elettorale entra nel vivo e si tinge di rosa. È Gaia Carretta la terza candidata per occupare quello che per 10 anni è stato lo scranno del sindaco uscente Luca Ornago. Gaia Caretta - classe 1977, giornalista professionista ed esperta di comunicazione, sposata e mamma di una bambina di 7 anni - è la candidata della lista civica Io Scelgo Villasanta.

Il gruppo, nato poco più di un anno fa e che raccoglie numerosi cittadini provenienti da ambiti diversi e spesso lontani dal mondo della politica, ha deciso di scendere in campo affrontando Lorenzo Galli (candidato della lista civica di centrosinistra Cittadini per Villasanta) e Gianbattisti Pini (candidato della lista civica di centrodestra Villasanta Civica). "Ringrazio di cuore per questa nomina che mi inorgoglisce e mi lascia anche un po’ incredula – commenta Gaia Carretta, che vive a Villasanta da 7 anni –. Siamo nati meno di un anno fa e in questo breve lasso di tempo abbiamo creato le condizioni per presentarci alle elezioni come unica lista civica pura e slegata dalle logiche di partito. Non era scontato, ma forse c’era proprio bisogno di noi". Una sfida importante per Carretta che, con alle spalle un prestigioso curriculum nel mondo della comunicazione, attualmente è responsabile sostenibilità di Atm. Una grande attenzione ai diritti civili che l’hanno vista crescere all’interno del Partito Radicale e dell’associazione Luca Coscioni. L’essere l’unica donna in corsa per la poltrona di sindaco non la spaventa.

"Le donne ribelli, come le nostre bimbe leggono nella famosa collana di libri, hanno dimostrato nella storia di saper fare cose eccezionali e nel mio piccolo mi impegnerò al massimo per esserne all’altezza, con tutta la mia professionalità e la mia caparbietà". Un’avventura che vivrà sostenuta, non solo dalla squadra di Io Scelgo Villasanta, ma anche dall’affetto del marito e della figlia. Un curriculum ben nutrito quello di Carretta, non solo nel mondo del giornalismo dove ha collaborato con radio e giornali nazionali.

Conosce bene la macchina della politica e della pubblica amministrazione essendo stata portavoce del ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro (nel secondo Governo Prodi), responsabile della comunicazione della società di Pubblic Affairs di Claudio Velardi, già spin doctor di D’Alema quando era primo ministro. Nel 2010 è stata nominata portavoce del presidente di Regione Lombardia e Commissario Expo 2015, Roberto Formigoni, fino al 2013, quando è approdata nel mondo degli uffici stampa.