Stefania Totaro
Cronaca

Usmate Velate, corruzione e reati fiscali nel settore urbanistica ed edilizia del Comune: nove arresti

In carcere anche il funzionario comunale Antonio Colombo. Le accuse sono corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio ed emissione di fatture per operazioni inesistenti

Guardia di Finanza in azione (foto di archivio)

Guardia di Finanza in azione (foto di archivio)

Usmate Velate (Monza Brianza), 29 Aprile 2024 - Nove ordinanze di custodia cautelare, tre in carcere e sei agli arresti domiciliari, emesse dal gip del Tribunale di Monza, sono state eseguite dai finanzieri del Comando provinciale di Monza nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Monza per concorso in corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio ed emissione di fatture per operazioni inesistenti nel settore urbanistica ed edilizia del Comune di Usmate Velate.

Le manette sono scattate per il funzionario comunale Antonio Colombo. Secondo l'accusa il responsabile del settore territorio ed ambiente avrebbe inserito nella variante del nuovo Piano di governo del territorio, deliberata dal Consiglio comunale, alcune aree preventivamente rese oggetto di variazione di destinazione urbanistica, da agricola a produttiva ed edificabile, con un evidente aumento del loro valore economico. Queste aree sono risultate essere di proprietà di società, alcune facenti capo a imprenditori locali a loro volta destinatari delle misure di custodia cautelare che, accordandosi con il funzionario pubblico, gli avrebbero corrisposto denaro attraverso il pagamento di false fatture attraverso una società riconducibile al funzionario stesso.

I finanzieri hanno eseguito sequestri preventivi agli indagati per oltre 240mila euro nonché, nei confronti di sette società a loro riconducibili, il sequestro preventivo dell'intero capitale sociale e delle proprietà mobiliari ed immobiliari per un valore di circa 700mila euro.