Una cancellata anti-vandali per proteggere la Casa delle Donne

Cancellata in ferro installata per proteggere la Casa delle Donne da vandali e malintenzionati. L'Amministrazione comunale interviene per risolvere il problema e l'associazione svolge azioni di accoglienza, ascolto e sensibilizzazione.

Una cancellata anti-vandali per proteggere la Casa delle Donne
Una cancellata anti-vandali per proteggere la Casa delle Donne

Una cancellata in ferro per proteggere la Casa delle Donne, e tutto ciò che di importante rappresenta, da malintenzionati, vandali, incivili. Cioè da coloro che, negli ultimi mesi, l’hanno ripetutamente presa di mira. Danneggiando a ripetizione la panchina rossa simbolo della lotta alla violenza contro le donne, la cassetta delle lettere, la targa e altro materiale. Una serie di episodi che hanno lasciato l’amaro in bocca alle circa 80 donne che compongono e animano l’associazione e hanno suscitato sgomento un po’ in tutta la città. Non tanto per la gravità dei danni, quanto per il significato simbolico.

Nei giorni scorsi l’Amministrazione comunale, come aveva promesso, ha provveduto a posizionare la cancellata anti-vandali, realizzata sullo stesso disegno di quelle di Villa Tittoni, visto che la sede, in via Lampugnani, fa parte dello storico complesso. "è stato installato un cancello, per evitare vandalismi nel cortiletto interno, come purtroppo è accaduto in passato - sottolineano le referenti dell’associazione -. Ringraziamo l’Amministrazione comunale, in particolare il vicesindaco Andrea Villa, per essere intervenuto prontamente per risolvere il problema". L’associazione rappresenta un presidio costituito da donne per le donne. Per porre un argine, per quanto possibile, sul fronte della violenza.

Attraverso azioni di accoglienza, ascolto, condivisione, sensibilizzazione. Molte le iniziative svolte in questi anni, dentro la sede ma anche sul territorio e in sinergia con altre associazioni e con il Comune: spettacoli teatrali, conferenze, incontri con esperti e con autrici di libri che parlano anche di lotta alla violenza alle donne, corsi di formazione, mostre e molto altro.

Ale.Cri.