Un tesoretto per la municipalizzata. Aeb pagherà quasi 16 milioni di euro

Assp aveva chiesto un indennizzo superiore dopo l’uscita di scena e la fusione con A2A. Utili straordinari al Comune, una quota sarà reinvestita nel controllo delle farmacie del territorio.

Un tesoretto per la municipalizzata. Aeb pagherà quasi 16 milioni di euro

Un tesoretto per la municipalizzata. Aeb pagherà quasi 16 milioni di euro

Dall’accordo di marzo alla liquidazione di dicembre: chiusa definitivamente la partita tra Aeb (Seregno) e Assp (Cesano Maderno), alla municipalizzata di Cesano Maderno sono stati liquidati complessivamente 15 milioni e 653mila euro. È il prezzo stabilito dopo un arbitrato, per l’uscita di Assp dalla compagine societaria di Aeb nel momento in cui quest’ultima decise l’integrazione societaria con A2A. Per l’uscita di scena di Assp (controllata al 99,7% dal Comune di Cesano Maderno), Aeb propose un rimborso di poco meno di 12 milioni di euro che furono però ritenuti insufficienti da Assp, tanto che fu avviato un contenzioso legale. Trovato infine un accordo consensuale, si è arrivati finalmente alle firme: l’amministratore unico di Assp Luca Zardoni da una parte e l’amministratore delegato di Aeb Lorenzo Spadoni dall’altra, in uno studio notarile di Milano, hanno chiuso la vicenda con il pagamento da parte di Aeb di 11.653.651 euro già liquidate, oltre a un pacchetto di azioni Aeb del controvalore di 4 milioni di euro, oltre al pagamento totale delle spese legate al Collegio Arbitrale e parte delle spese sostenute da Assp a tutela delle sue ragioni. "Con l’accordo siglato davanti al notaio si chiude favorevolmente la vicenda legata al recesso da Aeb - ha dichiarato il sindaco Gianpiero Bocca -. Non posso che manifestare l’apprezzamento per quanto svolto a difesa delle ragioni di Assp, sottolineando come questa Amministrazione comunale, Assp e con loro tutti gli amministratori, grazie alle scelte effettuate, abbiano agito con responsabilità ed equilibrio, nel pieno rispetto di una valutazione aziendale che si è rivelata premiante".

La conclusione di questa vicenda porta in dote al Comune di Cesano Maderno un “tesoretto” di utili straordinari generati dall’azienda speciale, mentre una quota di questo surplus sarà trattenuta nelle casse di Assp con l’obiettivo dichiarato di valutare il possibile acquisto del ramo di azienda relativo alle farmacie che Aeb dovrà cedere per legge con il passaggio alla nuova società con partecipazione privata. Al momento Assp Spa gestisce le farmacie comunali di Cesano Maderno, ma anche di Limbiate, Varedo e Meda e si candida ad aumentare ulteriormente il proprio asset.