Rinasce Villa Valentina. Sarà il regalo alla città per il Natale del 2025

Il cantiere di Villa Valentina a Monza è pronto a partire dopo l'iter burocratico quasi concluso. La ristrutturazione dell'immobile offerto dal Comune diventerà uno spazio aperto alla comunità, con attività multidisciplinari e focus sulla sostenibilità ambientale.

Rinasce Villa Valentina. Sarà il regalo alla città per il Natale del 2025

Rinasce Villa Valentina. Sarà il regalo alla città per il Natale del 2025

Pronto a partire il cantiere di Villa Valentina. "Siamo contenti perché l’iter burocratico si è quasi concluso e a breve la ristrutturazione potrà finalmente partire". Enrico Roveris, presidente della onlus Il Veliero non nasconde il suo entusiasmo. E un certo sollievo: "Nelle ultime settimane l’Ufficio patrimonio ha richiesto una fideiussione, poi si sa, le normative si accavallano e non sempre si adattano al terzo settore, di cui fa parte la nostra onlus – spiega –. Quindi gli uffici hanno richiesto ulteriori dettagli che verranno forniti nei prossimi giorni". "In trenta giorni dovremmo completare tutto – specifica il direttore dei lavori, Mauro Sironi (nella foto davanti alla Villa) –, intanto abbiamo già verificato le coperture, effettuato le prove geologiche e geotecniche per installare l’ascensore. Vogliamo cominciare in primavera, per terminare a Natale del 2025, ma la struttura potrà essere agibile per le prime attività già tra un anno. Da ultimo verranno terminati il giardino e gli spazi esterni".

Il progetto prevede la ristrutturazione dell’immobile di via Spallanzani, una villa di proprietà del Comune offerta in concessione d’uso gratuito per diventare uno spazio aperto alla comunità e a disposizione delle realtà sociali attive sul territorio di Monza e Brianza. L’obiettivo è restituire alla città un bene comune ispirato agli assunti della sostenibilità ambientale, creando uno spazio multidisciplinare rivolto a tutta la cittadinanza (bambini, adolescenti, persone con disabilità e loro famiglie), con la finalità di sviluppare percorsi di educazione e potenziamento dell’autonomia, istruire in ambito multimediale e fornire un supporto allo studio, svolgere attività artistiche, culturali, ricreative ed eventi socio-culturali con momenti d’incontro e di ristoro, formare professionalmente con la somministrazione di tirocini e borse lavoro. Ma anche essere utilizzabile da aziende, associazioni e cooperative per meeting, team building, location per pranzi sociali, co-working. Senza dimenticare il rapporto fra teatro, educazione e disabilità come strumento di intervento incisivo e funzionale per affrontare l’emergenza legata all’aumento delle nuove povertà in ambito educativo. Il Veliero onlus si occupa a suo carico della ristrutturazione, per circa 442mila euro, con un contributo della Fondazione della Comunità Brianza di 350 mila euro. La ristrutturazione comprende la rimozione delle barriere architettoniche, la riqualificazione degli impianti, l’allestimento di spazi polifunzionali, un teatrino e l’installazione di un ascensore.