Retata all’alba nei palazzoni. Scovati due spacciatori pendolari

Polizia e vigili li hanno sorpresi nel sonno: li pedinavano da settimane, rifornivano le piazze del Lecchese

Retata all’alba nei palazzoni. Scovati due spacciatori pendolari
Retata all’alba nei palazzoni. Scovati due spacciatori pendolari

Nuovo blitz all’alba nei palazzoni di piazza San Pietro: fermati due spacciatori. L’intervento è stato effettuato dagli agenti dellas questura di Lecco, che da qualche settimana tenevano d’occhio i due soggetti, pusher sulle piazze del Lecchese. Solo qualche settimana fa, gli stessi palazzoni di piazza San Pietro, un complesso residenziale popolare degli anni Ottanta, dove oggi vivono moltissimi stranieri, specialmente pakistani e nordafricani, era stato teatro di un altro imponente intervento delle forze dell’ordine, in quel caso i carabinieri della Compagnia di Rho, che avevano effettuato arresti e denunce. Anche in questo caso i lampeggianti blu sono comparsi sotto il grande condominio prima dell’alba. Insieme alle pattuglie della polizia c’erano anche i vigili. "Gli agenti sono entrati in azione alle 5, al termine di una serie di indagini che hanno ricondotto a due uomini sospettati di spaccio di sostanze stupefacenti – spiega la sindaca di Solaro, Nilde Moretti –. Nel corso degli ultimi giorni la polizia locale ha collaborato alle indagini fornendo le immagini della videosorveglianza per acquisire elementi utili all’operazione. Questa mattina (ieri, ndr) era presente sul posto insieme alla polizia di Stato. Perquisite due abitazioni dove sono stati trovati indizi utili alle indagini. I due sospettati sono stati portati in Questura". "Il lavoro congiunto sovracomunale tra l’ente e le istituzioni continua a dare buoni frutti per la sicurezza e la tranquillità del paese", aggiunge la sindaca.

I palazzoni di piazza San Pietro sono indicati da diversi residenti della zona come luogo di attività sospette, a cominciare dalla possibile ospitalità non registrata di stranieri irregolari in appartamenti di connazionali. Sempre in questa zona, ma in altri palazzi distanti qualche decina di metri, lo scorso mese di ottobre vi fu una brutale aggressione nei confronti di un uomo straniero, di sera, a colpi di bastone. La zona è a ridosso delle aree boschive del Parco delle Groane, dove più di una volta sono stati fermati spacciatori e consumatori di stupefacenti.