MARTINO AGOSTONI
Cronaca

Contrordine a Monza, torna il divieto di sosta per pulizia strade

Fallisce la sperimentazione voluta dalla vecchia giunta. Il sindaco Pilotto: "La città è più sporca, da dicembre si cambia. Poi si vedrà"

Migration

Monza, 12 novembre 2022  -  Tornano i divieti di sosta per la pulizia strade in tutta la città. Dall’1 dicembre e almeno fino a metà gennaio in tutte le strade. Poi sarà scelto un quartiere dove avviare una sperimentazione puntuale, strada per strada, che arrivi a verificare a seconda delle caratteristiche di ogni singola via dove è possibile usare in modo efficace i nuovi mezzi di pulizia strade con i getti d’acqua che non richiedono lo spostamento delle auto parcheggiate e dove invece il sistema non funziona rendendo necessari i divieti di sosta per il passaggio delle spazzatrici.

"La decisione solleverà delle critiche, ma bisogna saper fare anche scelte impopolari quando le cose non funzionano – spiega il sindaco Paolo Pilotto –. Va detto chiaramente che la sperimentazione iniziata l’1 novembre di un anno fa per la pulizia strade con le lance ad acqua, senza far spostare le auto, ha fallito: non ha dato i risultati attesi e la città è più sporca". Il cambiamento del sistema di pulizie strade fa parte di una serie di misure di revisione del maxiappalto dei servizi ambientali della città – il contratto da 110 milioni di euro per 5 anni, più 2 rinnovabili, predisposto dalla precedente Amministrazione di centrodestra e avviato nell’estate 2021 – che la Giunta Pilotto ha intrapreso con l’impresa Sangalli. Un primo pacchetto di interventi per migliorare o correggere i servizi di pulizia urbana e di gestione dei rifiuti che comprende anche l’introduzione di nuovi sacchi per l’indifferenziata delle utenze domestiche più piccoli e pratici, di 40 litri anziché 70 litri, e la sostituzione graduale dei 2.300 cestini pubblici nelle strade con modelli nuovi, con elementi per impedire l’abbandono improprio di rifiuti, divisioni per fare la differenziata, posacenere e sensori di riempimento. Dal 15 novembre saranno in distribuzione, in 10 punti di consegna in tutti i quartieri (su monzapulita.it orari e modalità di ritiro), i nuovi kit annuali di sacchi per la raccolta differenziata che comprendono il sacco rosso da 40 litri per le famiglie e da 110 per le utenze non domestiche.

Le nuove dimensioni dei sacchi sono state decise sulla base delle critiche raccolte nell’ultimo anno, in particolare, contro il sacco da 70 litri risultato troppo grande e scomodo per le esigenze di molte famiglie che vivono in case piccole o in condomini, mentre non cambiano né i giorni né le frequenze dei ritiri. "Stiamo facendo una verifica del servizio di raccolta, applicando dei correttivi alle criticità emerse – spiega l’assessore all’Ambiente Giada Turato –. Una revisione dell’appalto che in questa fase non comporta una modifica dei costi, ma i vari servizi modificati vengono integrati con altri di pari valore".