Quotidiano Nazionale logo
2 apr 2022

Pusher 14enne, i genitori: "Vi state sbagliando"

La reazione è stata incredula dopo che i carabinieri hanno sorpreso il ragazzino a spacciare davanti a scuola

Non è una novità. E proprio perché è ormai un fatto assodato, i carabinieri della Compagnia di Seregno stanno cercando di “smontarlo”. Spaccio fuori e dentro le scuole. Ad opera di giovanissimi. Persino adolescenti, come il 14enne colto in flagranza durante l’ultima operazione di controllo. "Vi state sbagliando, non è possibile che sia mio figlio", la reazione dei genitori, di fronte al fatto compiuto. E invece era proprio lui, il ragazzo fermato dai militari della stazione di Seregno nell’ambito di un apposito servizio nei pressi degli istituti scolastici. Nel transitare davanti a una scuola superiore, durante l’orario di ingresso, notano un gruppetto di giovanissimi intenti a parlottare. Alla vista della macchina, gli studenti si lanciano delle occhiate, come se qualcuno stesse nascondendo qualcosa. L’anomala reazione non passa inosservata alla pattuglia, che si ferma e blocca i tre ragazzini. Il 14enne appare il più agitato. E infatti durante la perquisizione sua e dello zaino ecco spuntare una dose di hascisc. Viene quindi accompagnato in caserma e segnalato come assuntore di stupefacenti. Poi, viene riaffidato ai genitori, increduli.

Ale.Cri.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?