Pochissimi bocciati, tanti debiti

Esiti esami scuole medie a Monza: pochi bocciati ma molti giudizi sospesi. Strategie di recupero e esami entro agosto per ridurre debiti. Insegnanti precari coinvolti.

Pochissimi bocciati, tanti debiti

Pochissimi bocciati, tanti debiti

Mentre 6.000 studenti brianzoli sono impegnati negli esami di maturità, escono in questi giorni i risultati delle fatiche di un anno per i ragazzi che frequentano le classi intermedie. Dappertutto pochi bocciati (tra il 3 e il 6%, con una punta del 10% all’Hensemberger), ma dal 25 al 30% i giudizi sospesi. Gli esami anche a fine agosto, per sfruttare a pieno il contratto annuale degli insegnanti precari.

Al liceo scientifico Frisi sono 1.185 gli studenti studenti, per l’ultimo anno sono stati ammessi alla maturità 259 ragazzi tranne uno per scarsa frequenza. Buoni i risultati nelle classi intemedie, dove su 915 studenti che hanno sono stati promossi a giugno senza debiti ben 647, oltre il 70%, segno, come dicono i vertici della scuola che stanno funzionando i diversi momenti di recuparo offerti durante l’anno. Il 25,6% cioè 235 studenti devono recuperare qualche materia. Ma su oltre 900 ragazzi sono 33 (3,6%) non sono riusciti a superare l’anno. Al liceo classico e musicale Zucchi, i 177 studenti di quinta sono stati tutti ammessi alla maturità, mentre sono 694 gli studenti degli anni intermedi di cui 151 con giudizio sospeso e 18 non ammessi. Altri 4 ragazzi sono all’estero per il semestre di studio e verranno scrutinati a settembre. Al liceo artistico Nanni Valentini, su 1.200 studenti (85 al serale) sono 85 gli studenti non ammessi al diurno e 14 al serale perché già lavorano e sentono il peso di tornare sui banchi. Sono 210 sospesi al diurno e 8 sospesi al serale. Circa in 250 11 si stanno cimentando con la maturità. All’istituto Mapelli sono 74 bocciati (6.5%) dei 1.230 studenti totali. Cambio di strategia per quest’anno nella scuola che ha sempre avuto più rimandati di Monza. "Quest’anno faremo gli esami recupero debiti entro il 31 agosto - anticipa il dirigente Aldo Melzi - Di solito la pecentuale dei giudizi sospesi supera il 30%. Quest’anno sono quasi la metà, perché abbiamo adottato la strategia di dare per l’estate al massimo 2 materie da recuperare. Se hanno difficoltà in un’altra materia, raccomandiamo ufficialmente lo studio, in vista di una verifica ad hoc a inizio d’anno. Tra fine agosto e settembre, completate le attività di recupero, faremo il bilancio e capiremo se la strategia funziona o no". Fare gli esami entro il 31 agosto permette ai ragazzi di avere ancora i loro insegnanti a esaminarli. All’Hensemberger si dichiara contenta la dirigente Petronilla Ieracitano: "Abbiamo avuto il 60% di promossi a giugno - spiega - sono il 10% i bocciati e il 30% gli studenti con debiti. Hanno retto bene le prime con il 12% di bocciati".

All’istituto alberghiero Olivetti sono 78 gli studenti non ammessi (7,8%) e su 1.000 studenti sono stati dati 275 debiti, soprattutto nelle materie di studio teorico, come matematica. Per loro l’estate è periodo di lavoro ed esperienza stagionale presso alberghi e ristoranti.

C.B.