GABRIELE BASSANI
Cronaca

Pedemontana, a settembre parte la bonifica dei terreni inquinati dall’Icmesa

Tavolo di confronto coi sindaci del territorio e le associazioni ambientaliste per condividere l’iter che porterà alla realizzazione del nuovo tratto autostradale

La bonifica dei terreni inquinati per procedere col nuovo cantiere autostradale richiederà 180 giorni di lavori

La bonifica dei terreni inquinati per procedere col nuovo cantiere autostradale richiederà 180 giorni di lavori

Seveso (Monza e Brianza), 10 luglio 2024 – È stato scelto il Centro visite del Bosco delle Querce a Seveso per la presentazione del Progetto operativo di bonifica sulle aree dell’incidente della diossina dell’Icmesa del 1976, di cui proprio oggi ricorre il 48esimo anniversario, per la realizzazione della nuova tratta di Pedemontana. Un cantiere che dovrà trasformare l’attuale superstrada Milano-Meda in una nuova autostrada a tre corsie per senso di marcia da Lentate sul Seveso a Cesano Maderno. All’incontro sono stati invitati i sindaci dei comuni interessati dal passaggio dell’autostrada e le associazioni ambientaliste del territorio assieme a Regione Lombardia, Cal, Webuild, Autostrada Pedemontana Lombarda, Arpa.

Il tavolo di confronto è nato dalla volontà dei sindaci della tratta B2, coordinati da quello di Cesano Gianpiero Bocca e ha trovato anche nella società Pedemontana la volontà di garantire massima trasparenza e comunicazione tra gli attori del territorio. Presenti all’incontro, oltre al sindaco di Cesano, con i colleghi di Meda, Luca Santambrogio e Seveso, Alessia Borroni, anche il direttore generale Ambiente e Clima di Regione Lombardia Dario Fossati, i responsabili tecnici di Concessioni Autostradali Lombarde, il direttore generale di Autostrada Pedemontana Lombarda Sabatino Fusco, l’Amministratore delegato del General Contractor dell’opera Pedelombarda Nuova Spa Fabrizio Bitonti, i vertici di Arpa Lombardia, Ats e le Associazioni Ambientaliste dei territori interessati: Legambiente Seveso Circolo Laura Conti, Seveso Futura, Sinistra e Ambiente-Impulsi di Meda, Cittadini per Lentate, Passione Civica per Cesano, Altra Bovisio Masciago, Comitato Ambiente Bovisio Masciago. Inoltre, l’incontro ha visto la partecipazione anche del presidente del Wwf Lombardia, Gianni Del Pero.

Si parte a settembre

Sono state presentate le operazioni che verranno effettuate con gli scavi presumibilmente a settembre, mentre già dalle prossime settimane inizieranno i sondaggi del terreno nelle 8 aree che saranno oggetto di bonifica per un periodo preventivato di 180 giorni. "Siamo prossimi agli interventi di bonifica, il lavoro svolto finora è sempre stato caratterizzato dall’obiettivo di favorire un percorso di trasparenza e di comunicazione verso i cittadini e le associazioni affinché tutti possano conoscere quelle che saranno le attività previste" ha commentato il sindaco Gianpiero Bocca. "L’obiettivo è quello di ottenere la massima trasparenza sulle attività di bonifica che verranno realizzate e che saranno verificate e certificate dagli organismi deputati al controllo quali sono Arpa e Ats" ha aggiunto Bocca, anticipando che la prossima settimana sarà organizzato a Cesano un incontro pubblico nel quale verranno fornire tutte le informazioni, "non per spaventare ma per rassicurare".