Monza, tenta di strangolare l’ex fidanzata di 18 anni: la ragazza salvata dalla coinquilina. Scatta il codice rosso per un 22enne

L’incontro “chiarificatore”, la lite in casa, poi gli schiaffi. L’allarme lanciato dalla giovane che vive con l’aggressore. Il questore Salvatore Barilaro procede anche con il provvedimento di ammonimento

Polizia

Polizia

Monza – Ha tentato di strangolare la sua ex fidanzata. Le ha messo le mani al collo e la giovane, di appena 18 anni, è stata salvata solo dal pronto intervento della coinquilina di lui, che ha assistito all’aggressione e ha dato l’allarme.

Succede tutto qualche giorno fa, il 12 dicembre scorso. È sera e in un appartamento nel centro di Monza ci sono lui, un ragazzo ucraino di 22 anni, e la sua fidanzata, una ragazza di Monza di 18. I due stanno assieme da un po’, un annetto circa, la relazione procede fra alti e bassi. Lei, di origine campana ma residente a Monza, studia. Lui lavora come responsabile della sicurezza in un cantiere di Milano.

I due litigano spesso a causa delle gelosia ossessiva di lui, tanto che la ragazza decide di interrompere la relazione. Il 22enne non ci sta, chiede un ultimo incontro a casa, le cose trascendono. Lui la schiaffeggia, lei risponde a ceffoni. Fino a quando il giovane le mette le mani al collo dell’ex fidanzata per impedirle di andarsene.

È allora che interviene un’altra ragazza, coinquilina di lui, che dà l’allarme. Sul posto piomba la Volante della Questura di Polizia di Monza, la ragazza viene soccorsa da un’ambulanza e va a farsi medicare e refertare in ospedale: la prognosi è di 7 giorni.

Lui intanto si è dato alla macchia e non si farà trovare per qualche giorno. Intanto però scatta il Codice Rosso e il questore Salvatore Barilaro procede con il provvedimento di ammonimento.