Malattia finita. Ma per Rosella il posto è salvo

Accordo tra Sarno Display e Femca-Cisl su dipendente investita a Carnate: 60% stipendio fino a fine anno e cambio di mansione per garantire cura e sostenibilità aziendale.

Malattia finita. Ma per Rosella il posto è salvo

Malattia finita. Ma per Rosella il posto è salvo

Il 60% dello stipendio fino a fine anno ed eventuale cambio di mansione al rientro più adatta al caso: accordo fra Sarno Display e Femca-Cisl su Rosella, la dipendente investita un anno fa su un marciapiede che ora potrà curarsi tranquillamente, anche se il periodo di malattia che aveva a disposizione era finito. All’azienda degli espositori di Carnate la vicenda si è chiusa nel migliore dei modi. "Perseguire un obiettivo di vera sostenibilità ambientale, sociale ed economica può consentire a un’impresa di compensare eventuali lacune degli ammortizzatori sociali – dice l’ad Cristian Paravano (nella foto) –. Abbiamo sempre promosso il welfare ben oltre gli obblighi di legge. Siamo orgogliosi di condividere questa visione con i dipendenti: qui la salute è un valore condiviso".

Bar.Cal.