La sigla dell’inclusione. Lo show dei deejay speciali fa ballare anche lo shopping

Un successo l’iniziativa del Carlo Alberto District con i ragazzi del festival AutPop. E questa mattina si replica: l’associazione Il Veliero all’Arengario con Christmas Carols.

La sigla dell’inclusione. Lo show dei deejay speciali fa ballare anche lo shopping

La sigla dell’inclusione. Lo show dei deejay speciali fa ballare anche lo shopping

Metti una consolle, mixer e altoparlanti gestiti dai deejay delle associazioni Il Veliero e Facciavista e la piazza dell’Arengario si trasforma in una discoteca con stelline e luci stroboscopiche e stelline, per far ballare lo shopping di Natale. È la seconda edizione del Dj set inclusivo AutPop Festival, organizzata dal Carlo Alberto District con l’aiuto dei dj di Radio Deejay e M2O. I ragazzi si sono preparati con dj Shorty (al secolo Francesco Sortino). "È bello vedere i ragazzi in azione pieni di entusiasmo per la musica e per quello che hanno imparato", racconta Shorty. Che dopo l’evento zero ai Boschetti reali ha proposto una versione natalizia con i colleghi Rino Sparacino, Danny Omich, Duappo, Dj Funky (Antonio Turati). La musica da discoteca a cavallo tra Hit dell’estate e pezzi evergreen da veglione di Capodanno hanno creato un mix speciale.

E oggi, a riportare il clima della tradizione ci pensano ancora i ragazzi del Veliero che torneranno in piazza, alle 16, con le “Christmas Carols“. "È stato un anno carico di soddisfazioni per Il Veliero – racconta il presidente Alfredo Colina –, abbiamo tre laboratori teatrali da oltre 15 ragazzi ciascuno. Il Veliero è diventato un polo di aggregazione umana, culturale e artistica. Stiamo preparando il nuovo Festival “Lì sei vero“ per maggio, per cui abbiamo già una decina di iscritti. Siamo contenti che a Monza sia nata una sinergia tra associazioni, Il Veliero, Silvia Tremolada, Facciavista, grazie anche alla Rete Tiki Taka e poi gli Alpini che ci hanno fatto una donazione per Villa Valentina, a breve nuovo polo aggregativo e artistico per disabili e famiglie". In piazza anche Radio Freedom di Brugherio, creata dell’associazione Flipness che insieme alla cooperativa Il Brugo di Brugherio ha dato vita alla street Radio inclusiva, che riunisce 15 ragazzi tra abili e disabili. Flipness (nata in memoria di Filippo Schiaffino) propone ai giovani diversi corsi professionalizzanti tra cui un percorso introduttivo di regia radiofonica e un corso da dj. Ma in centro non poteva mancare Babbo Natale. ConfCommercio Monza Brianza ha proposto il Panettone day, in piazza San Paolo. Insieme a Babbo Natale i pasticceri del centro di Monza hanno intrattenuto i passanti offrendo una degustazione del dolce natalizio d’eccellenza. E così tra un acquisto e una passeggiata è stato possibile assaggiare il panettone artigianale, quello che richiede tempo e pazienza, fra impasto, lievitazione, cottura, nuova lievitazione e nuova cottura, per poi riposare 12 ore a testa in giù. "Guai a saltare o abbreviare passaggi – raccomandano i maestri – in quel modo il panettone non viene e resta basso".

Per i più piccoli, invece, è arrivata “la carica dei cento“: tanti sono i panettoncini formato ridotto che ConfCommercio e i pasticceri hanno regalato ai bambini, da portare a casa per una colazione o una merenda all’insegna della qualità e della tradizione. Natale con ConfCommercio anche a Lissone, dove la festa diventa sostenibile. "Nella piazza davanti a Palazzo Terragni – spiega Alessandro Fede Pellone, segretario ConfCommercio Monza Brianza – abbiamo proposto ai bambini un laboratorio per la creazione di addobbi di Natale con materiale di riciclo: carta, plastica e legno". Inoltre in collaborazione con il negozio Puccininni è stata attivata una raccolta di abiti poco usati e praticamente nuovi, di quelli che escono di misura ai bimbi, da distribuire ad altrettante famiglie che ne hanno bisogno.