SONIA RONCONI
Cronaca

La scuola di mamme e papà Gli imbianchini? I genitori

La primaria “Munari” è stata sistemata e rinfrescata durante l’estate. Il Comune ha fornito il materiale necessario ai lavori dei 30 volontari.

La scuola di mamme e papà  Gli imbianchini? I genitori

La scuola di mamme e papà Gli imbianchini? I genitori

di Sonia Ronconi

Un gruppo di genitori durante l’estate ha rimesso a nuovo i locali della scuola “Munari”. L’Amministrazione comunale, interpellata a febbraio, ha fornito i materiali necessari ai lavori. I genitori hanno ritinteggiato le pareti delle classi, della mensa, dell’atrio e della bidelleria, restaurato le porte (e le maniglie) delle classi e dei servizi igienici, gli stipiti e il corrimano, e dato una ripulita un po’ dappertutto. Ora la scuola è bella, profumata, colorata, proprio a misura di bambino. Davvero un lavoro meritevole quello effettuato tra metà luglio e l’inizio di settembre da circa 30 genitori (e anche qualche insegnante) che hanno sacrificato le serate estive e dopo una giornata di lavoro si sono rimboccati le maniche per ridare dignità all’istituto in cui i loro figli trascorrono nove mesi l’anno e che da qualche tempo non versava in buone condizioni. Martedì mattina entrando nei corridoi della scuola primaria gli alunni forse non crederanno ai propri occhi e il merito va ascritto esclusivamente a poche decine di volenterosi coordinati da Mauro Ragazzini, da cinque anni presidente del Comitato Genitori e che l’altra sera sono stati ricevuti dalla sindaca Alessia Borroni e dall’intera.

C’è un video sui social prodotto dal Comitato che mostra quello che in poco più di un mese e mezzo i papà e le mamme armati di buona volontà sono riusciti a fare. "Ci siamo attivati fin da febbraio - la spiegazione - quando ci siamo accorti dello stato in cui versavano i locali della Munari, ci siamo messi in contatto con la sindaca e abbiamo spiegato quello che avevamo in mente. Bisognava fare qualcosa. Abbiamo subito trovato l’appoggio dell’Amministrazione comunale, conosco le lungaggini burocratiche di queste situazioni ma siamo riusciti a fare tutto per tempo. Il Comune ci ha messo nelle condizioni deali per portare a termine i lavori entro l’inizio della scuola".