La rotatoria più difficile e attesa. Un cantiere in via Nazioni Unite

L'amministrazione comunale di Seregno interviene su via Nazioni Unite per migliorare la sicurezza stradale e snellire il traffico, con l'approvazione di una rotatoria che rivoluzionerà la viabilità della zona. Costo stimato dell'intervento: 500mila euro, con apertura del cantiere prevista per la fine della primavera 2025.

La rotatoria più difficile e attesa. Un cantiere in via Nazioni Unite

Modifiche in vista alla viabilità

L’amministrazione comunale mette mano a via Nazioni Unite. Al via la fase progettuale, lo scopo è migliorare il livello di sicurezza stradale, oggi davvero carente, e soprattutto snellire il traffico veicolare in uno dei punti più critici. In zona ci sono davvero pochissimi insediamenti residenziali, via Nazioni Unite scorre soprattutto in mezzo al verde del Meredo, area privilegiata per i seregnesi che amano stare all’aria aperte e fare jogging. È quella strada da molti ribattezzata col nome di "sovrasottopasso", perché consente contemporaneamente il superamento di due linee ferroviarie con un cavalcavaia seguito a poche decine di metri da un sottopasso, il tutto per mettere in collegamento il quartiere del Ceredo e quello di Santa Valeria con quello di Sant’Ambrogio in zona Crocione. Strada strategica per evitare lunghi giri sul territorio ma, proprio per questo motivo, ormai anche molto trafficata. Al mattino via Nazioni Unite si caratterizza per una lunga coda. La sistemazione della strada era già stata annunciata una quindicina di anni fa, ma non si era fatto più nulla. Ora c’è un atto concreto: la Giunta ha approvato il documento di indirizzo di progettazione per la realizzazione di una rotatoria all’intersezione con la strada vicinale del Merè Nord. La novità è destinata a rivoluzione la viabilità della zona. A oggi iha un’unica strada laterale che consente l’immissione in una sola direzione. Chi deve andare nel senso opposto è costretto a percorrere tutta la strada, senza alcuna possibilità di svolta e fare poi inversione di marcia. Anche questo contribuisce ad appesantire la circolazione veicolare. Con la nuova rotatoria sarà possibile muoversi in tutte le direzioni. Il costo stimato dell’intervento è di 500mila euro. I tempi, tuttavia, non saranno brevi: il progetto definitivo è atteso per la fine dell’anno, l’amministrazione comunale ipotizza l’apertura del cantiere alla fine della primavera 2025. "Un punto molto delicato della viabilità - commenta il sindaco Alberto Rossi - come costantemente ci segnalano anche i residenti e i Comitati di Quartiere. C’è un oggettivo problema di raccordo con le vie interne che portano al Meredo. Affrontare questa problematica viabilistica richiede un intervento complesso: un’opera pubblica non banale, per la cui attuazione ci attiviamo con l’impegno di accompagnare nel miglior modo il percorso".

Gualfrido Galimberti