La novità in biblioteca. Lo scaffale dei libri sporchi

A Bovisio Masciago nasce un’area dedicata a chi ama sottolineare i testi scrivere a margine le proprie annotazioni o fare schizzi a fondo pagina.

La novità in biblioteca. Lo scaffale dei libri sporchi

L’iniziativa proposta dalla biblioteca comunale Alda Merini è dedicata a chi ama “consumare” i libri

È un’iniziativa unica quella proposta dalla biblioteca comunale Alda Merini: chi ama sottolineare i passaggi preferiti dei libri letti, scrivere a margine le proprie annotazioni, fare schizzi a fondo pagina in base all’ispirazione del momento si potrà esprimere liberamente.

Una selezione di libri è stata messa a disposizione perché i volumi possano essere ’sporcati’ e passare così di mano in mano, arricchendosi di volta in volta con gli appunti personali dei vari lettori. All’ingresso della biblioteca di via Cantù è nato infatti “Lo scaffale del libro sporco“, dove le pagine dei libri presenti sono pronte per essere sottolineate, appuntate, evidenziate, in qualche modo sporcate e viaggiare di lettore in lettore. Delle 47 biblioteche presenti nel sistema di BrianzaBiblioteche, lo scaffale del libro sporco è presente solo a Bovisio. Basta avvicinarsi, prendere un libro e scoprire che sulla copertina c’è un adesivo che recita: "Io sono un libro sporco, a differenza degli altri libri della biblioteca puoi sottolinearmi, scrivere e disegnare sulle mie pagine".

"È stato pensato proprio per i lettori a cui piace pensare di scambiare idee e suggestioni che si hanno durante la lettura, per creare un patrimonio comune di idee letterarie".

Il risultato? Pagine di libri evidenziate in verde, annotazioni o sottolineature a matita, schizzi qua e là. L’iniziativa rientra nel progetto “Il libro oltre la siepe“, finanziato da Fondazione Cariplo e realizzato dal Comune e dai partner del progetto.

Sempre nella biblioteca di Bovisio è partita anche la biblioterapia, ovvero i libri che curano, un viaggio letterario fatto di riflessioni, immedesimazione e ascolto attento per dare origine a interiorizzazioni profonde. La cura della persona avviene attraverso l’uso della lettura guidata come strumento per stimolare l’autopromozione, l’intelligenza emotiva, il pensiero laterale, per promuovere la consapevolezza di sé e la capacità di relazione interpersonale. Il prossimo appuntamento è per il 14 marzo alle 20.30.