Monza: auto in fuga dai carabinieri colpisce altre quattro vetture e va a fuoco

Gli occupanti dell’utilitaria, una Toyota Corolla, se la sono data a gambe a piedi. I militari dell’Arma intervenuti hanno evitato che la quattro ruote in fiamme esplodesse

Sul posto sono accorsi i carabinieri (Archivio)
Sul posto sono accorsi i carabinieri (Archivio)

Monza, 21 dicembre 2023 – Un inseguimento da Treviglio a Monza, un’auto con a bordo due uomini che esce dal casello dell’A4 e si infila in via Buonarroti a Monza ritrovandosi davanti a una colonna di auto in coda. Il tentativo disperato di superarle, quattro vetture danneggiate, strisciando le loro fiancate. L’auto in fuga, una Toyota Corolla che prende fuoco.

Fiamme e paura ieri sera a Monza. Parte tutto da Treviglio, provincia di Bergamo. Una pattuglia del nucleo radiomobile è impegnata nei controlli contro i reati predatori. Di questi tempi, ci sono parecchi ladri in giro. Forse gli uomini a bordo della Toyota Corolla incappata nella pattuglia dei carabinieri stanno studiando un colpo o hanno comunque qualcosa da nascondere, perché alla vista dei militari invece di fermarsi all’alt pigiano sull’acceleratore e si danno alla fuga.

Scatta l’inseguimento. L’epilogo alle 19 in via Buonarroti. La scena è rocambolesca, la Toyota (che risulterà presa a noleggio) finisce contro le auto in coda e appunto prende fuoco. Sul posto convergono altri mezzi dei carabinieri dai comandi della zona, ma non possono occuparsi dei fuggitivi: devono mettere al sicuro gli altri automobilisti minacciati dalle fiamme e farli allontanare prima che la macchina esploda.

I due occupanti della Toyota ne approfittano per dileguarsi a piedi. Sul posto intervengono due ambulanze e un’auto medica in codice rosso, oltre ai vigili del fuoco. Con un’autopompa dalla sede centrale di Monza, un carro fiamma dal distaccamento volontario di Lissone e un’autobotte dal distaccamento volontario di Vimercate. Vengono soccorse tre persone: due uomini di 35 anni e un altro uomo di 44, ma per fortuna nessuno riporta ferite. L’unico a farsi male è uno dei carabinieri del Radiomobile.

La vettura della fuga è andata completamente distrutta. Le ricerche dei fuggitivi sono tuttora in corso. Indagano gli uomini agli ordini del maggiore Antonio Stanizzi, fino a qualche anno fa al comando della compagnia di Vimercate.