MARCO GALVANI
Cronaca

Il luna park F1 Gare di pit-stop e sorpresa Ferrari

Fan Zone light per evitare i guai giudiziari del 2022. Mostra di auto d’epoca e monoposto made in Italy.

Il luna park F1  Gare di pit-stop  e sorpresa Ferrari

Il luna park F1 Gare di pit-stop e sorpresa Ferrari

di Marco Galvani

Sarà una Fan Zone “light“. Il luna park dei motori, ormai diventato un marchio di fabbrica per i Gran premi di Formula 1 in stile americano, ormai è assodato che non avrà la ruota panoramica e nemmeno i campi da padel. Troppo invasivi per il prato del Roccolo, l’area verde in corrispondenza del rettilineo che corre dalla Ascari verso la Parabolica. E pure per lo skyline del Parco, secondo la Soprintendenza che già l’anno scorso aveva sonoramente bocciato la ruota panoramica. Ma per gli appassionati di Formula 1 sarà comunque un “recinto“ del divertimento. Tra storia e futuro. Come per l’edizione 2022 - il Gp del centenario dell’autodromo - saranno esposte le vetture d’epoca che domenica mattina saranno utilizzate dai piloti per la tradizionale parata lungo il circuito prima dello schieramento di partenza. Un’area verrà dedicata anche alle monoposto storiche di fabbricazione italiana che hanno contribuito a scrivere la storia della Formula 1. E “radio paddock“ sussurra che potrebbe esserci anche una sorpresa organizzata direttamente dalla Scuderia Ferrari. Tutte le altre “attrazioni“ sono ancora in via di definizione, ma è certa la presenza del corner F1 Esports, dove gli appassionati potranno cimentarsi al volante di monoposto virtuali: una piattaforma informerà il pubblico su competizioni, premi in palio e apparizioni. Durante gli eventi dal vivo, i fan verranno coinvolti nei commenti, attraverso schermi a led. Uno dei pilastri della Fan Zone sarà anche la simulazione di un pit stop. E vista l’attenzione dell’autodromo e della Formula 1, sarà previsto anche un viaggio nel tempo che ha come destinazione Net Zero 2030, ovvero l’abbattimento delle emissioni entro quella data. Un video svelerà come la F1 intende procedere sulla strada della sostenibilità. Agli appassionati sarà, poi, fornito il materiale necessario per disegnare la loro F1 ideale. Potrebbero poi essere replicate le iniziative programmate per il Gp di Imola (annullato all’ultimo a causa dell’alluvione in Emilia Romagna): nella F1 Blast Lane si potrà sperimentare la galleria del vento lasciandosi “investire” dal flusso d’aria a cui vengono sottoposti i modellini. Una macchina fotografica catturerà l’immagine del volto all’impatto con la velocità del vento. Nell’area Driver Delta, invece, vengono mostrate le carriere in F1 di tutti e 20 i piloti, mentre i fan attraversano un tunnel nel quale gli schermi ripropongono i momenti chiave della loro avventura nei Gp, nel tempo necessario a completare un giro di pista.