Facciamo il Centro. Il commercio riparte dalla gara delle vetrine. Pure dei negozi chiusi

Le iniziative del Distretto urbano contro il rischio desertificazione

Facciamo il Centro. Il commercio riparte dalla gara delle vetrine. Pure dei negozi chiusi

Facciamo il Centro. Il commercio riparte dalla gara delle vetrine. Pure dei negozi chiusi

Ci sono ancora 2 giorni per aggiungere voti al concorso delle vetrine natalizie di Limbiate, iniziativa che ha coinvolto numerosi commercianti della città e che ha visto una partecipazione entusiasta del pubblico, con vetrine che hanno superato ampiamente i 2.000 voti raccolti a colpi di click sul portale creato appositamente dal Comune. È solo l’ultima delle iniziative portate avanti dal Comune di Limbiate a sostegno del Distretto Urbano del Commercio, avviato fin dalla primavera del 2022 con l’obiettivo di sostenere, promuovere e rilanciare il piccolo commercio locale, attraverso bandi per finanziamenti e iniziative.

Il progetto di Limbiate, denominato “Facciamo il Centro – Dal commercio alla nuova città” – è stato riconosciuto da Regione Lombardia come progetto di eccellenza con il conseguente ottenimento di un contributo pari a 630.000 euro, di cui 200.000 da destinare alle imprese mediante il Bando per le imprese del territorio. Dallo scorso 7 dicembre è stato avviato il primo contest fotografico dedicato vetrine di Natale intitolato “Limbiate, ti voglio Bella! Iniziamo dal Natale”. Un’idea con lo scopo di voler creare coinvolgimento all’interno della comunità. Tutti i commercianti sono stati invitati a partecipare, scegliendo anche un titolo per la propria vetrina e l’adesione è stata notevole sia.

Il concorso natalizio segue le altre attività avviate durante il primo anno di esperienza del Duc, tra cui i corsi di marketing rivolti ai piccoli commercianti e il portale web interamente dedicato alle iniziative sul piccolo commercio locale. A seguire con determinazione lo sviluppo del Distretto c’è l’assessore al Commercio, Cinzia Galli che sottolinea la necessità di "sostenere il tessuto produttivo della città, permeato dalla grande capacità imprenditoriale dei limbiatesi" e contemporaneamente puntare sull’attrattività del centro storico cercando di scongiurare il rischio di desertificazione a causa del numero di negozi sfitti. Proprio alla riqualificazione delle vetrine abbandonate, attraverso delle vetrofanie con i disegni della vecchia Limbiate, è dedicato un altro progetto sviluppato dal Duc.