Emergenza al volante: "Non ci sono gli autisti"

In provincia mancano 35 conducenti e la frequenza viene ridotta

Emergenza al volante: "Non ci sono gli autisti"

Emergenza al volante: "Non ci sono gli autisti"

"Far fronte alla carenza di personale e alla difficoltà di trovare nuovi autisti è stato l’ obiettivo del lavoro svolto nelle ultime settimane - scrive l’Agenzia del Trasporto pubblico locale di Milano, Monza e Brianza -. Stanti le criticità comunicate da Nord Est Trasporti e Autoguidovie è stato necessario programmare una parziale rimodulazione del servizio. Per l’ambito interurbano del nord-est milanese e della Provincia di Monza e Brianza mancano all’appello 35 autisti su un fabbisogno di circa 385".

Due le azioni messe in campo dall’Agenzia. Nell’immediato e in via transitoria, i bus sono stati rimodulati in base al reale utilizzo delle linee e sulle fasce orarie, salvaguardando per quanto possibile quelle di punta, con particolare riguardo ai servizi dedicati agli studenti. Intanto Autoguidovie che organizza le Academy rivolte ai giovani tra i 21 e i 29 anni, ha previsto l’inserimento in azienda con contratto di apprendistato e un piano formativo mirato allo sviluppo di specifiche competenze; l’introduzione di un bonus di ingresso per sostenere i nuovi ingressi; nuovi incentivi economici per il personale. Anche Nord Est Trasporti, tramite la capofila ATM, ha introdotto nuovi incentivi per il recruiting di autisti: possibilità di conseguire gratuitamente la patente D insieme alla Carta di qualificazione del conducente e l’opportunità di ottenere un contributo-casa per i primi mesi di affitto dei neo-assunti. "Il tema della carenza di personale andrebbe affrontato a livello nazionale – dichiara Francesca Zajczyk, presidente dell’Agenzia Tpl –. Siamo intervenuti in un’ottica di riduzione dei disagi, di salvaguardia delle linee più utilizzate e delle fasce orarie di punta, sollecitando al contempo le aziende a trovare strategie per intercettare nuovo organico".

C.B.