DoDo e via Carlo Alberto. Un incontro non casuale

Il negozio Pomellato propone gioielli personalizzati e “componibili“. Nicoletta Magni: "Mio padre ci teneva ad aprire proprio in questa strada".

DoDo e via Carlo Alberto. Un incontro non casuale

DoDo e via Carlo Alberto. Un incontro non casuale

Tra i tanti negozi che costellano il Carlo Alberto District, una storia particolare è quella di DoDo, la gioielleria che ha deciso di aprire proprio in questa strada per un motivo tutt’altro che casuale.

"Mio padre ci teneva moltissimo ad aprire qui il negozio – spiega l’attuale titolare, Nicoletta Magni – Ha aspettato molto tempo affinché si liberasse un posto per prenderlo subito in affitto e aprire. Via Carlo Alberto è stata scelta appositamente perché qui c’è una clientela che seleziona per sua volontà i negozi in cui fare shopping. Non è una via di passaggio, come via Italia o via Vittorio Emanuele II, è una strada in cui si viene apposta perché si sa che qui si possono trovare prodotti di nicchia, sofisticati e ricercati".

"Noi non siamo una gioielleria anonima, abbiamo un marchio che già di per sé vende bene come Pomellato. Chi entra sa già cosa sta cercando, sia materiali che costi. La nostra particolarità è che qui tutto è personalizzabile. Per esempio noi vendiamo ciondoli che si possono abbinare a collane e braccialetti, ed in generale accessori integrativi. Per quanto riguarda i gioielli tradizionali molte delle nostre vendite sono legate alle cerimonie, che siano religiose, come battesimi, comunioni, cresime, o di traguardi personali come lauree". A gestire il negozio, oltre alla titolare, sono le commesse Beatrice Biscaro, Antonella Pinna e Sara Bollino. "Ciò che distingue un negozio fisico come il nostro dallo shopping online è il trattamento che qui un cliente può ricevere e l’ascolto delle sue specifiche esigenze – spiegano le commesse – Il cliente deve essere coccolato, compreso nei suoi gusti e bisogni. Tante volte qui vengono persone che si vogliono fare un regalo, che acquistano un prodotto per sé. E allora quel prodotto occorre che calzi loro a pennello".

Curiosa anche la varietà della clientela, sia a livello di età che di provenienza. "Vengono da noi ragazze e ragazzi giovani come anche signore più avanti d’età, che decidono di sostituire con i nostri prodotti i loro vecchi gioielli. La provenienza è soprattutto monzese, ma non di rado abbiamo clientela dalla Brianza e da Lecco. Siamo il negozio Pomellato più vicino a loro geograficamente". Infine l’auspicio della titolare: "Ora stiamo vivendo il periodo natalizio, per noi pieno di lavoro, con la soddisfazione di essere entrati a far parte di un distretto che ci sarebbe dovuto essere già da tempo, per una vera rivalutazione di via Carlo Alberto. Ora faremo lavoro di sponda reciproca, che va dalla pubblicità reciproca alle attività di beneficenza, per non trascurare mai l’aspetto sociale. Spero che nel tempo cresceremo, facendo sempre più cose insieme e sempre più attività congiunte".