La foto con la divisa da SS
La foto con la divisa da SS

Biassono (Monza e Brianza) 7 gennaio 2017 - "E' un atto gravissimo. Mi dissocio dalla foto e da qualsiasi tipo di commento. Non so proprio cosa gli sia venuto in mente". È Luciano Casiraghi, borgomastro di Biassono, che ieri nella prima sera ha risposto alle telefonate dei media che gli chiedevano conto del comportamento del suo comandante della Polizia locale. Poche ore prima è infatti scoppiata una "bomba" legata ad una foto che Giorgio Piacentini, il comandante della Polizia locale di Biassono ha postato sul suo profilo del social network Facebook. Il comandante biassonese ha pubblicato uno scatto che lo ritraeva con la divisa da "Schutz-Staffeln", le Ss, l’organizzazione nazista.

Il comandante biassonese è in servizio negli uffici via San Martino da tre anni, prima lavorava in un comune del sud di Milano. Dal profilo si nota la passione di Piacentini per le divise: diverse le foto che lo ritraggono con uniformi e costumi legati al mondo militare. Ma l’immagine con la divisa delle Ss Naziste lo ha messo in un bel guaio.

Il suo nuovo profilo non è passato inosservato e che ha trovato anche i commenti compiaciuti di alcuni amici del comandante sul social network. Un "Urca" apre i tanti commenti, anche se c’è qualcuno che riesce a scherzare chiedendogli se è diventata la nuova divisa di servizio. "Basterebbe una compagnia di questi per sistemare alcune cose", la replica sferzante del comandante. E, riferendosi alla divisa, aggiunge: "Adesso la propongo al sindaco". Nei commenti conferma che si tratta proprio della divisa paramilitare nazista, spiegando a qualche interessato che è quella dello "Hauptscharfuhrer", ovvero il maresciallo maggiore, della "Freiwillige Division Wallonien", l’unità costituita su base volontaria nella Vallonia, in Belgio.

A prendere posizione sulla delicata vicenda, che potrebbe vedere un intervento nei prossimi giorni del Prefetto di Monza e Brianza, Giovanna Vilasi, il consigliere comunale d’opposizione Alberto Caspani che chiede la "testa" di Piacentini. "I biassonesi ne hanno viste sin troppe negli uffici della polizia locale. Pensavamo che, dopo i balletti dei vigili seminudi in comando, non ci saremmo dovuti più vergognare. Ma questa follia reclama un unica voce: dimissioni subito - ha postato su Facebook -. Un comandante della polizia rappresenta lo Stato e la Costituzione: posare in uniforme nazista è un’offesa mortale per ogni cittadino della Repubblica. Biassono non è Dachau. Lista per Biassono condanna in modo assoluto questo gesto e procederà di conseguenza".