Da X Factor alla poesia. I Mutonia a colpi di rock e i “pugili“ della rima

La scaletta del Tambourine inizia con il concerto della band uscita dal talent. Poi la finale del torneo di poetry slam e lo spettacolo teatrale tra calcio e Natale.

Da X Factor alla poesia. I Mutonia a colpi di rock e i “pugili“ della rima
Da X Factor alla poesia. I Mutonia a colpi di rock e i “pugili“ della rima

Una delle rock band italiane del momento, tra le realtà più interessanti uscite dalle ultime edizioni di X Factor. E poi l’atto finale della sfida tra poeti all’ultimo verso, sotto la guida di un duo di performer capace di unire con efficacia poesia e musica. E ancora, il teatro che racconta una commovente vicenda di guerra, tregue e calcio. È la “scaletta“ del Tambourine di via Carlo Tenca. Si comincerà oggi alle 21.30 con un triplo concerto che avrà come punto di riferimento l’energia rock dei Mutonia, band che si è fatta notare nell’edizione 2021 di X Factor nella squadra guidata da Manuel Agnelli e che da allora non si è più fermata, tra tour e un album appena pubblicato, sotto il titolo “Malessere“, in cui spiccano le collaborazioni con lo stesso leader degli Afterhours e con Luca Vicini, bassista dei Subsonica. Ad aprire lo show ci saranno il cantautore Frankie Brasko e la band Gli Animali Notturni, in bilico tra rock e indie-pop. Ingresso 5 euro con tessera Arci. Mercoledì toccherà invece al gran finale del torneo di poetry slam: sarà un evento in cui, accanto agli autori che si confronteranno in gara a suon di versi e rime, sottoponendo i propri testi al giudizio del pubblico, terranno banco i due presentatori, il duo Poesia Potente e Chitarra Tonante, alias Davide Passoni e Ivano Cattaneo, che da tempo annodano poesia performativa e brani musicali, reading e concerto.

A sfidarsi invece con i testi poetici saranno Riccardo Petilli, Giorgio Sala, Francesca Manfredi, Luca Dassi, Leyla Kerim e Stefano Giuffrida. Ingresso 3 euro con tessera Arci. Giovedì alle 21.30 si cambierà completamente atmosfera e si lascerà spazio al teatro, con l’ensemble musicale Bandafenice e Gianluca Margheriti che porteranno in scena “La partita di Natale“: lo spettacolo racconta il giorno successivo alla celebre “tregua di Natale“ del 24 dicembre 1914 a Ypres, quando durante la Prima guerra mondiale i soldati francesi, inglesi e tedeschi uscirono dalle trincee e fraternizzarono. La rappresentazione narra una delle più leggendarie partite di calcio, quella che si giocò il 25 dicembre di quell’anno tra i soldati degli opposti eserciti, che tramutarono per un giorno il campo di battaglia in un campo di pallone. Ingresso 5 euro con tessera Arci. Sabato, infine, “Party 2000 - Candyland“.