Lissone, Brugola elargisce un super premio ai dipendenti

Attraverso la piattaforma di welfare aziendale i lavoratori potranno pagare beni e servizi per sé e la famiglia

Jody Brugola, presidente della Oeb di Lissone
Jody Brugola, presidente della Oeb di Lissone

Lissone (Monza e Brianza), 13 febbraio 2024 - Un premio fino a 2.300 euro a tutto il personale di produzione dell'azienda. È quello che ha deciso di assegnare ai suoi dipendenti la Oeb-Officine Egidio Brugola di Lissone, impresa leader a livello mondiale nel settore delle viti a testa cava per motori. Ad annunciare la misura è stata la stessa azienda brianzola, celebre per aver brevettato la nota vite cava esagonale con gambo a torciglione, che ancora oggi porta il nome del suo inventore. A poter beneficiare del premio saranno 430 lavoratori.

La cifra arriverà fino a un massimo di 2.300 euro per ogni dipendente, che potrà utilizzare la somma attraverso la piattaforma di welfare aziendale per pagare beni e servizi per sé e per la propria famiglia. Obiettivo dichiarato dell'iniziativa, aiutare i propri lavoratori, e in particolare quelli con redditi più bassi, a far fronte all’inflazione e all'aumento dei costi, garantendo il benessere del personale.

“In Oeb riconosciamo il contributo inestimabile delle nostre risorse umane, che contribuiscono instancabilmente al raggiungimento degli obiettivi aziendali - spiega il presidente Jody Brugola -. Questo aumento del premio sottolinea il nostro apprezzamento per la loro dedizione e impegno, nonché la nostra ferma convinzione che investire nei dipendenti sia vitale sia per il benessere individuale che per il successo complessivo della nostra azienda manifatturiera”.

La decisione richiama alla mente quanto già fece una decina di anni fa Giannantonio Brugola, padre dell’attuale presidente di Oeb, che erogò un bonus di mille euro a tutti gli allora 270 dipendenti di produzione dell'impresa lissonese. La Oeb ha chiuso il 2023 registrando un aumento della produzione, lo sviluppo di nuovi prodotti e investimenti significativi per l’espansione dell'attività. Oggi l’azienda produce oltre 800 tipi differenti di viti e conta più di 500 dipendenti tra Italia e Usa, dove ha aperto uno stabilimento nel 2015 in Michigan.