GABRIELE BASSANI
Cronaca

Lazzate, arriva un supermercato. È il primo del borgo dopo anni di polemiche: "Ce n’era bisogno"

Avrà una superficie di 1.550 metri quadrati in via Monte Bianco. La proposta è stata presentata per conto della catena Tigros. Previsti posti di lavoro e un tesoretto in oneri di urbanizzazione.

Arriva un supermercato. È il primo del borgo dopo anni di polemiche: "Ce n’era bisogno"

Arriva un supermercato. È il primo del borgo dopo anni di polemiche: "Ce n’era bisogno"

Anche a Lazzate arriverà un supermercato: via libera dalla Giunta all’iter di modifiche urbanistiche necessarie ad accogliere sul territorio una media superficie di vendita, fino a 1.500 metri quadri, del settore alimentare. La proposta è stata presentata da una società che opera per conto della catena Tigros e riguarda un’area già a destinazione commerciale (ma non alimentare) in via Monte Bianco, il lungo rettilineo che collega con Misinto. "L’incremento del numero degli abitanti verificatosi sin dagli anni 2000 non è stato accompagnato da adeguato incremento di realtà commerciali, causa questo della ricerca del soddisfacimento dei bisogni alimentari e non al di fuori del territorio comunale" si legge nella delibera. Entra ancor più nel dettaglio il sindaco Andrea Monti: "Ad oggi, purtroppo, a Lazzate resta attivo un solo negozio di vicinato per gli alimentari e l’esigenza di avere un supermercato è stata tra quelle più indicate dai cittadini durante la campagna elettorale". Di qui la decisione di accogliere la proposta avanzata dalla società immobiliare. "Non ci sarà la galleria commerciale interna, per non creare danno al nostro tessuto commerciale esistente" aggiunge Monti, spiegando anche che al momento è stata solo avviata la prima fase di autorizzativa, attraverso la Valutazione ambientale strategica. Se tutto andrà liscio, questa operazione garantirà anche una ricaduta economica per il territorio su due fronti: i posti di lavoro e poi l’introito per il Comune in termini di oneri di urbanizzazione (qualche centinaia di migliaia di euro).

"Soldi - precisa Monti - che intendiamo destinare totalmente alla realizzazione della parte pubblica del Progetto Lazzate 2030".