Architetture luminose La rivoluzione dei lampioni “scolpisce“ piazze e monumenti

Avviato il piano di sostituzione di tutti i punti luce di Monza nell’arco di un anno e mezzo. Sarà anche l’occasione per valorizzare i gioielli artistici della città e aumentare la sicurezza.

Architetture luminose  La rivoluzione dei lampioni  “scolpisce“ piazze e monumenti

Architetture luminose La rivoluzione dei lampioni “scolpisce“ piazze e monumenti

Avviato il progetto di riqualificazione della rete di illuminazione pubblica cittadina del Comune di Monza messo a punto da Acinque Tecnologie, società del Gruppo Acinque, in partnership con a2a Illuminazione Pubblica e a2a Smart City. Obiettivo: entrare nell’era delle smart city e risparmiare. Con Signify, leader mondiale nell’illuminazione, saranno ottimizzati i consumi, la città sarà più sicura e verranno valorizzati i principali monumenti e luoghi simbolo. I lavori dureranno un anno e mezzo e permetteranno di abbattere i consumi di circa il 77%, riducendo l’inquinamento luminoso e l’emissione di CO2 (1.500 tonnellate l’anno). In ottica smart city, inoltre, i pali dell’illuminazione pubblica fungeranno da infrastrutture su cui installare una nuova rete di trasmissione e sensori. I primi quartieri della città interessati dagli interventi saranno Buonarroti, Sobborghi, Cantalupo e Cederna, Cazzaniga. È stata anche attivata una linea diretta a disposizione dei cittadini che potranno fare riferimento al numero verde 800 688 713, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, tutto l’anno, per segnalare eventuali lampioni spenti da ripristinare.

I primi interventi di ripristino sono stati avviati anche in Piazza Trento e Trieste, dove sono stati resi nuovamente funzionanti circa 30 impianti, tra pali stradali e proiettori monumentali. "Dopo sette anni di attesa – le parole del sindaco Paolo Pilotto - e dopo gli ‘interventi ponte’ di questo inverno, tornare ad avere una città illuminata fa bene non solo alla sicurezza, ma anche alla bellezza dei suoi luoghi e monumenti". Gli interventi di riqualificazione non si limiteranno, infatti, all’illuminazione pubblica stradale, ma coinvolgeranno anche i principali edifici di interesse culturale, storico e religioso, i monumenti e i luoghi simbolo di Monza che saranno valorizzati attraverso un’illuminazione studiata ad hoc e giochi di luce e colore in grado di stimolare ulteriormente l’orgoglio degli abitanti di Monza verso la propria città e di attrarre turisti e visitatori. "Un utilizzo intelligente e consapevole della luce – sottolinea Andrea Bernardini, commercial leader settore public di Signify – si traduce in realtà urbane più sostenibili, sicure e ricche di opportunità per chi le abita, anche attraverso la valorizzazione dei punti di maggiore interesse storico, religioso e turistico attraverso l’illuminazione architetturale dinamica".