L’appello di Sala per il 25 aprile: “Sia occasione di pace, no alle polemiche sulla Brigata Ebraica”

Milano, il sindaco sulla Festa della Liberazione: “Vorrei vedere tanta gente coesa, con la volontà di esprimere la sacralità di questo giorno”

Beppe Sala durante le celebrazioni del 25 aprile del 2023

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala incontra la stampa a margine della cerimonia di deposizione delle corone in memoria dei Caduti per la Libertà sulla lapide di palazzo Marino. Milano 25 Aprile 2023. ANSA / MATTEO BAZZI

Milano – Il sindaco di Milano Giuseppe Sala lancia un appello all’unità per un 25 aprile “di pace e coeso”. “Faccio un grande appello – ha detto a margine del convegno promosso tra gli altri da Cgil e Anpi sullo sciopero generale del marzo 1944 – perché questo 25 aprile sia particolare, con tanta gente in pace e coesa che abbia la volontà di esprimere la sacralità di questo giorno”.

Brigata ebraica

“Il 25 aprile quest’anno è più importante che mai perché dobbiamo guardare avanti – ha aggiunto – Apprezzo in particolare l’appello del Manifesto fatto nel modo giusto. Io non posso che dire a tutti coloro che parteciperanno che il successo della manifestazione, oltre che essere uniti, oggi è importante. Se dovessimo rischiare di coprire il senso del 25 aprile perché il tema è la contrapposizione o le polemiche sulla Brigata ebraica facciamo un autogol quindi spero proprio di no”.

Verso il futuro

Quindi – conclude il sindaco – “richiamo tutti, manca meno di un mese, ma prepariamoci a una mobilitazione vera per evocare non solo i guasti del passato e i rischi ma anche perché vogliamo avere una progettualità del nostro futuro. Il 25 aprile deve avere questo senso in una città che ha sempre avuto la forza di guardare avanti”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro