Natale della Cultura a Milano: in scena ‘Questo matrimonio s'ha da fare?’, spettacolo di Massimiliano Finazzer Flory

Il regista e attore darà voce ai personaggi dei ‘Promessi Sposi’, in viaggio tra alcuni capitoli dell’opera letteraria di Alessandro Manzoni. Ecco quando e dove, ingresso libero con prenotazione

Massimiliano Finazzer Flory

Massimiliano Finazzer Flory

Milano, 2 dicembre 2023 –  Nell’ambito de “Il Natale della Cultura”, il programma di eventi natalizi istituzionali organizzati da Regione Lombardia, giovedì 21 dicembre alle 19, a Palazzo Lombardia (Auditorium Testori), andrà in scena “Questo matrimonio s'ha da fare?”, spettacolo di Massimiliano Finazzer Flory.

Il regista e attore darà voce ai personaggi dei ‘Promessi Sposi’, in viaggio tra i capitoli I, VI, VIII, XII, XXI, XXXIV, XXXVIII. Una scelta ben selezionata per regalare agli ascoltatori la possibilità di “vedere” I Promessi Sposi e capire come la letteratura sia visione che può salvare la nostra immaginazione dal conformismo e dall’omologazione socio-tecnologica del nostro tempo.

La performance, attraverso la presentazione e l'esecuzione al violino di brani musicali di Verdi, Mascagni e Morricone, offre uno spaccato alla figura di Manzoni all’interno delle sue opere letterarie. Per ritrovare così fra musica e parola il filo rosso dell’opera che risiede nello sguardo con il quale lo scrittore osserva l’uomo, nella sua metamorfosi da individuo a folla, e quanto la storia di ognuno sia parte, consapevole o no, della storia di tutti. Al violino ci sarà Matteo Fedeli e alle percussioni Elio Marchesini.

“Questo matrimonio s’ha da fare. Quale? – dichiara Massimiliano Finazzer Flory – Quello tra cultura e società, tra economia e arte. Matrimonio necessario ancorché non sufficiente per dichiarare il nostro amore per la parola, scritta e orale in un’epoca in cui le immagini sembrano sovrastare, se non prevaricare, sulla nostra immaginazione. Dunque, benvenuto Alessandro Manzoni, perfetto sconosciuto certamente molto noto, certamente poco riletto”.

Il regista prosegue: “Le Celebrazioni Manzoniane avranno in Casa del Manzoni continuità nel 2024 e in Regione Lombardia una strategia che stiamo definendo con l’assessore Francesca Caruso. Purtroppo non è così per il Paese e me ne dispiaccio perché non si capisce che se Dante è il padre della lingua della nazione, Manzoni è il Maestro di quella dello Stato unitario. Forse disturba che la Lombardia e Milano abbiano anche questa presenza”.

Informazioni

Ingresso libero fino ad esaurimento posti con prenotazione consigliata. L'accesso in sala è consentito a partire dalle 18:15 previa registrazione al desk con esibizione di un documento di riconoscimento valido.

Per iscriversi all’evento compilare il form nella pagina di Regione Lombardia. In caso di impossibilità a completare la registrazione attraverso il proprio SPID scrivere a eventi_cultura@regione.lombardia.it.

Ingresso libero con prenotazione consigliata. L'accesso in sala è consentito a partire dalle 18.15 con esibizione di un documento di riconoscimento valido. Per iscriversi all’evento registrarsi su eventi.regione.lombardia.it. oppure scrivere a eventi_cultura@regione.lombardia.it

-- Messaggio analizzato da Libraesva ESG. Segnala come malevolo/spam.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro