Prima della Scala, oltre un milione di spettatori per il Don Carlo in diretta su Rai1

Milano, dalle18.01 alle 22.28 l’evento è stato seguito in tv da una platea di 1 milione 411 mila spettatori pari all'8.4% di share. L’Ad Sergio: “Scritta altra grande pagina di cultura”

Prima della Scala, il saluto a fine spettacolo

Prima della Scala, il saluto a fine spettacolo

Milano, 8 dicembre 2023 – Il Don Carlo di Giuseppe Verdi che ha inaugurato ieri, giorno di Sant’Ambrogio, la stagione del Teatro alla Scala di Milano, ha raccolto - dalle 18.01 alle 22.28 - una platea di 1 milione 411mila spettatori pari all'8.4% di share. La serata è stata anticipata, alle 17.45, da Aspettando Don Carlo, con Milly Carlucci e Bruno Vespa, che ha raggiunto il 17.2% con 1 milione 813mila telespettatori.

I numeri della Prima: presenze e incasso

Sono state 1.888 le presenze del pubblico tra platea, palchi e loggione alla Prima della Scala per il "Don Carlo" di Giuseppe Verdi, diretto dal maestro Riccardo Chailly.  L'incasso totale della serata, si è appreso dal teatro milanese, è stato di 2.582.000 euro, pari a 80.000 in più dell'anno scorso, quando il 7 dicembre 2022 andò in scena per la Prima il "Boris Godunov" di Modest Petrovic Musorgskij . Quello di ieri non è un record di incasso assoluto, ma la Scala è tornata comunque ai livelli degli ultimi anni prima dell'epidemia di Covid 19. Meyer ha precisato che i conteggi sono stati fatti alla fine perché sono stati rimessi in vendita (e venduti) i posti di spettatori che all'ultimo momento hanno dato forfait. 

Rai1, Sergio: “Scritta altra grande pagina di cultura”

"Abbiamo scritto un'altra grande pagina di televisione e di cultura, come ci impongono il dovere e la passione di essere Servizio Pubblico – ha commentato l'ad Rai Roberto Sergio –. Scala e Rai hanno ribadito con quanto andato in scena sul palcoscenico e sugli schermi della tv, e non solo, di essere due istituzioni fondamentali per la diffusione della Cultura nel nostro Paese. Il mio sincero ringraziamento va al Sovrintendente Meyer, al Maestro Chailly e a tutti gli straordinari interpreti di questa splendida opera verdiana. Un ringraziamento che estendo a Milly Carlucci e Bruno Vespa, a Rai Cultura e a tutti i lavoratori Rai del Centro di Produzione Tv di Milano che con grande professionalità e dedizione hanno portato il Don Carlo in tv”. Per la direttrice di Rai Cultura, Silvia Calandrelli “la prima della Scala è sempre una sfida appassionante, che quest'anno abbiamo affrontato alzando ulteriormente il livello della qualità, grazie alla ripresa e alla trasmissione in 4k, offrendo ai telespettatori uno spettacolo mai visto e portando la bellezza del teatro musicale nelle case degli italiani. Il Don Carlo scaligero è il punto più alto di una programmazione vicina alle grandi istituzioni musicali e teatrali italiane durante tutto il corso dell'anno. Una strada che continueremo a percorrere con sempre maggior convinzione, specie dopo che l'arte del canto lirico italiano è stata proclamata dall'Unesco patrimonio dell'umanità”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro