La Lombardia ha 10 nuovi musei, ecco quali sono e dove si trovano

Due sono ‘diffusi’ e legati alle vie d’acque lombarde; gli altri spaziano da raccolte d’arte alla storia della moda a Milano fino alla frontiera della creatività digitale

Fondazione Luigi Rovati

Fondazione Luigi Rovati

Milano, 28 novembre 2022 – Ci sono due ecomusei d’acqua ed altri otto prestigiosi spazi espositivi che tramandano arte, costumi e ricerche del passato ma che aprono anche nuovi scenari culturali legati alla creatività digitale. Sono 8 i nuovi musei riconosciuti da Regione Lombardia per il 2023. L'investitura è avvenuta a Palazzo Lombardia nel corso dell'evento 'RiconosciLo!', durante il quale l'assessora regionale alla Cultura, Francesca Caruso, ha consegnato le targhe alle 8 nuove realtà inserite nella rete. A Milano sono stati riconosciuti Fondazione Rovati; Palazzo Morando - Costume Moda Immagine; il Meet Digital Culture Center e il Museo Universitario delle Scienze Antropologiche, Mediche e Forensi per i Diritti Umani di Milano. Poi, ancora, nella Città metropolitana la Quadreria Crivelli di Trezzo sull'Adda. Oltre a questi, il Museo Diocesano di Brescia, Casa Macchi a Morazzone (Varese) e il Castello delle Storie di Montagna a Sondrio.

Due nuovi Ecomusei

Nel corso della giornata, inoltre, consegnati i riconoscimenti anche all'Ecomuseo Martesana (Milano) e all'Ecomuseo Adda di Leonardo (Bergamo, Lecco, Milano, Monza), formalmente inseriti tra quelli riconosciuti da Regione Lombardia.

La finalità di un Ecomuseo è quella di raccogliere, conservare e valorizzare le eredità e gli elementi di identità di un territorio, fatta di storia, persone, luoghi, tradizioni, arti e mestieri. Gli Ecomusei in Lombardia, quindi, salgono a quota 36.

Il riconoscimento per fare rete

I sistemi museali locali riconosciuti dalla Regione Lombardia godono di vari benefici. Tra questi, il riconoscimento dell'identità del sistema museale come istituto autonomo operante sul territorio; l'attestazione e la valorizzazione della qualità identificata anche da un apposito logo e l'attivazione di un percorso virtuoso a sostegno delle piccole realtà museali che da sole non sarebbero in grado di raggiungere gli standard di qualità per i servizi museali.

"Un numero importante - ha dichiarato l'assessora Caruso - che dimostra quanto siano preziosi e nutriti questi beni radicati nel nostro territorio e che contribuiscono ad aumentare il valore materiale e immateriale della cultura lombarda”.

Ecco tutti i 10 nuovi musei della Lombardia

Fondazione Rovati

La Fondazione ha sede in corso Venezia a Milano ed è intitolata a Luigi Rovati, medico, ricercatore e imprenditore farmaceutico, Cavaliere del Lavoro e di Gran Croce, che nel 1961 ha fondato a Monza il Rotta Research Laboratorium, punto di eccellenza internazionale nella ricerca e nello sviluppo di nuovi farmaci. La Fondazione promuove eventi tra arte e scienza.

Palazzo Morando Costume Immagine

Nel gennaio del 2010 nelle sale del settecentesco Palazzo Morando Attendolo Bolognini di via Sant'Andrea, 6, a Milano, già sede della Pinacoteca, ha preso il via il progetto Palazzo Morando Costume Moda Immagine allo scopo di valorizzare, attraverso mostre, il grande patrimonio di costume e moda del Comune di Milano.

Meet Digital Culture Center

Meet è il primo Centro internazionale per l’Arte e la Cultura Digitale nato a Milano nel febbraio 2018 grazie all’unione di una istituzione prestigiosa come Fondazione Cariplo, che da 26 anni sostiene la crescita del territorio lombardo, e di Meet the Media Guru, piattaforma di incontri e saperi diretta da Maria Grazia Mattei che, dal 2005, invita a Milano personalità e eccellenze della Cultura Digitale internazionale. Il polo culturale nell’ottobre 2020 ha inaugurato la sua sede a Milano in Porta Venezia in un edificio di inizio Novecento riprogettato per essere un “new media space” dall’architetto Carlo Ratti.

Museo Universitario delle Scienze Antropologiche

Il Musa, Museo Universitario delle Scienze Antropologiche, Mediche e Forensi per i Diritti Umani di Milano, fondato, nato dal Labanof (il Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense dell’Università Statale) nel 2022, si pone l’obiettivo di diffondere il ruolo della Scienza nella lotta alla violenza e nella tutela dei diritti umani. Protagoniste discipline quali l'antropologia e la medicina legale, che si occupano di studiare il corpo in tutte le sue forme per ricostruire identità, vita e morte nel passato e nel presente.

Quadreria Crivelli

Nella Città metropolitana la Quadreria Crivelli di Trezzo sull'Adda, raccolta d’arte promossa dal nobile Vitaliano Crivelli, patriota e mecenate, che d’estate soggiornava presso l’attuale biblioteca “Alessandro Manzoni” di Trezzo sull’Adda, dove la sua collezione è stata riordinata in museo nel 2014.

Museo Diocesano Brescia

La Fondazione Museo Diocesano, istituita nel 1978 con sede nel chiostro maggiore di S. Giuseppe, ingresso da Via Gasparo da Salò, 13 a Brescia, ha lo scopo di valorizzare e tutelare il Museo diocesano, che custodisce beni e materiale storico artistico proveniente anche dagli enti ecclesiastici della Diocesi di Brescia.

Casa Macchi

Casa Macchi a Morazzone (Varese), è stata lasciata in eredità al Fai (GFondo per l’Ambiente) da Maria Luisa Macchi, nel 2015. Si tratta di un grazioso palazzo di provincia che sorge all'ombra del campanile della chiesa di un tranquillo paesino a pochi chilometri da Varese, Morazzone. La casa è una tipica abitazione alto borghese della zona.

Castello delle Storie di Montagna

Il Cast, Castello delle Storie di Montagna, è un museo narrante allestito fra le mura del Castello Masegra, ed è parte di un progetto più ampio che ha come tema la promozione della cultura alpina, secondo le tre A: Ambiente, Alpinismo e Arrampicata. Il percorso espositivo, situato nel corpo centrale di Castello Masegra, è diviso su 3 livelli, ciascuno dei quali dedicato ad una delle tre A che meglio rappresentano la cultura montana: per l’Arrampicata si parte in salita.

Ecomuseo Adda di Leonardo

L’Ecomuseo Adda di Leonardo da Imbersago a Cassano l’Adda attraversa i comuni di Robbiate, Paderno, Cornate, Trezzo, Vaprio, Canonica e Fara Gera. L’11 aprile 2019 questi nove Comuni hanno ricostituito l’Ecomuseo Adda di Leonardo, associazione sovracomunale inaugurata già nel 2004 per felice intuizione di Mario Roveda e del Comitato Rotariano per il restauro delle chiuse del Naviglio di Paderno. L’Ecomuseo promuove eventi e approfondimenti nei vari territori. Il centro di documentazione ha sede presso la Casa del Custode delle Acque, in via Alzaia Sud 3 a Vaprio d’Adda.

Ecomuseo Martesana

Il territorio della Martesana è un museo diffuso con moltissime attrattività anche in ottica prettamente turistica. I promotori, dunque, sono impegnati a proporre itinerari tematici riguardanti

le vie d’acqua che caratterizzano il territorio ma anche l’enogastronomia, le eccellenze nella produzione di realtà ecosostenibili e a chilometro zero, la mobilità lenta, la riscoperta del patrimonio storico. L’Ecomuseo Martesana ha la propria sede presso la Villa Daccò in via Badia 44, a Gessate (Mi).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro