West Gate a battesimo: "Una città all’avanguardia dove lavoro e benessere andranno a braccetto"

Horizon prevede spazi di attività flessibili e destinati a uso commerciale. A ridosso di Rho-Fiera, MoLo integrerà parcheggi, energy center e un’area retail.

West Gate a battesimo: "Una città all’avanguardia dove lavoro e benessere andranno a braccetto"

West Gate a battesimo: "Una città all’avanguardia dove lavoro e benessere andranno a braccetto"

Ruspe, gru e operai sono al lavoro dall’autunno 2023. Il taglio del nastro del cantiere per la costruzione dei primi edifici dell’area destinata allo sviluppo privato, denominata West Gate, è arrivato dopo: ieri mattina, con un evento pubblico al quale hanno partecipato l’assessore alla Rigenerazione urbana del Comune di Milano Giancarlo Tancredi, il sindaco di Rho Andrea Orlandi e il sottosegretario del Ministero delle Finanze, Lucia Albano. Nell’area più occidentale di Mind-Milano innovation district si lavorerà per i prossimi tre anni per realizzare infrastrutture per il lavoro, unità abitative, spazi commerciali e per l’ospitalità. È Stefano Minini, project director Ecosystems (Europe) di Lendlease, a fare sintesi su quello che sta succedendo nell’area che ha ospitato Expo 2015. "Fin dall’inizio la nostra sfida è stata quella di costruire a Mind una città all’avanguardia, un’area completamente decarbonizzata, votata all’innovazione e attenta alle esigenze e al benessere di chi la abita oggi e la abiterà domani: lavoratori, medici, professionisti, ricercatori, studenti di oggi e del futuro campus universitario – dichiara Minini –. Mind è un progetto ambizioso e di lungo periodo inquadrato in una partnership pubblico-privata dove Lendlease, in qualità di partner privato, ha l’onore e la responsabilità di costruire, coinvolgendo investitori istituzionali, uno dei distretti che meglio rappresentano Milano nel mondo. Oggi nell’ecosistema di Mind ci sono centinaia di realtà pubbliche e private, si sono insediate oltre 40 aziende, quotidianamente 300 ricercatori di 30 Paesi diversi lavorano in Human Technopole".

Il piano di sviluppo urbanistico West Gate prevede uno spazio interconnesso, un piano terreno unico, comune, aperto alla socialità e alla collaborazione: il “Common ground“. A ridosso dell’attuale uscita della fermata della metropolitana Rho-Fiera si sta realizzando il complesso MoLo che integrerà i parcheggi, l’energy center dell’ecosistema e un’area retail. E Horizon, studiato per ospitare spazi di lavoro flessibili e destinati a uso commerciale, che sarà terminato entro il 2025. Dopo questi primi edifici il cronoprogramma prevede l’apertura del cantiere di Zenith, dell’Innovation Hub, l’hotel con servizi, le residenze affacciate sul Decumano, i negozi e locali pubblici. L’investimento per la realizzazione degli edifici Horizon e MoLo è di 170 milioni di euro complessivi.

Una scommessa vinta. "A soli tre anni dall’avvio dei lavori e a due dalla prima apertura al pubblico, abbiamo terminato il polo multifunzionale Mind Village e iniziato a sviluppare una nuova area – dichiara Fabrizio Zichichi, executive project director di Lendlease –. Oggi restituiamo un nuovo pezzo di città, che amplifica la vocazione urbana di Mind". Il colpo d’occhio sull’area restituisce l’immagine di gru al lavoro, una dopo l’altra, nei cantieri. E accanto altri luoghi dove i nuovi abitanti della città lavorano. "Il West Gate sorgerà su territorio rhodense e sarà la porta di ingresso all’area Mind dalla nostra città, il progetto di una connessione che stianmo seguendo con tutta l’attenzione dovuta" dichiara il sindaco di Rho Andrea Orlandi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro