La vigilanza privata assume: 500 posti di lavoro in Lombardia

Un’intera giornata per la selezione del personale organizzata da Coopservice mercoledì 10 luglio

La vigilanza privata opera spesso in supporto alle forze dell'ordine

La vigilanza privata opera spesso in supporto alle forze dell'ordine

Rho (Milano), 8 luglio 2024 – Nel settore della vigilanza privata mancano all’appello, solo in Lombardia, 500 persone. Il che si traduce in altrettante opportunità di lavoro in un comparto che, pur scontando alcune storiche criticità (come quella degli stipendi non proprio allettanti), ha anche i suoi punti di forza. Proprio questi ultimi verranno illustrati al “recruiting day” che si terrà mercoledì 10 luglio a Rho. A organizzarlo è l’istituto di vigilanza privato Coopservice. Due di questi sono già stati messi sul “vassoio”: la possibilità di assunzione e stabilizzazione da qui ai prossimi sei mesi e un sostegno al trasferimento e alla ricerca di alloggio qualora si accetti il trasferimento in Emilia-Romagna, l’altra regione oltre alla Lombardia interessata dalle assunzioni. In Italia operano 1.501 imprese della vigilanza privata, per un totale di 104 mila occupati, di queste 447 sono censite dal Ministero dell’Interno e il loro fatturato complessivo è stimato in circa 3,6 miliardi di euro. Oltre l’86% è rappresentato da società̀ di capitali mentre il 7,7% sono cooperative. 

La vigilanza privata in Lombardia e a Milano

Secondo dati Istat, nel 2022 in Lombardia erano attive 432 imprese operanti nei servizi di vigilanza e investigazione, per un totale di 23.976 addetti. Milano occupava il primo posto a livello regionale per numero di imprese, 234 con 7.250 addetti impiegati, mentre Como era la prima per numero di addetti 11.120 rispetto alle 17 imprese che li impiegavano, seguite da: Bergamo con 1.896 addetti per 28 imprese, Brescia 1.426 addetti per 34 imprese, Monza e Brianza 571 addetti per 38 imprese, Lodi 291 addetti per 4 imprese e Pavia 221 addetti per 18 imprese. Chiudono Mantova con 67 addetti per 14 imprese, Cremona con 53 addetti per 4 imprese e Lecco con 48 addetti per 7 imprese. La Lombardia è al primo posto per numero di occupati nel settore, il 25,5% a livello nazionale, ed è la quarta regione per numero di imprese (50 e 11,2% del totale), preceduta solo da Puglia (15,2%), Campania (59 e 13,2% del totale) e Lazio (12,1%).

“I recenti rinnovi del contratto collettivo di lavoro, iniziati lo scorso anno, porteranno ad aumenti salariali in tranches trimestrali per il settore della vigilanza privata e all’introduzione della quattordicesima mensilità per gli addetti ausiliari alla sicurezza – afferma Antonio Di Prima, amministratore delegato di Coopservice –. Milano rappresenta sicuramente una piazza importante per noi, ci stiamo espandendo molto su questo territorio e da febbraio scorso gestiamo anche i servizi di sicurezza delle aree comuni all’interno del distretto tecnologico di Mind. Come società siamo impegnati da tempo nelle politiche della parità di genere e dell’inclusione, oltre che per la tutela della sicurezza del lavoratore e della sua salute”. Appuntamento per il recruiting day a Rho, in via Vincenzo Monti 54, dalle 9 e 30 del mattino alle 5 del pomeriggio.