Simona Ballatore
Cronaca

Valentino sfila in Statale (e finanzia borse di studio)

La nuova collezione uomo verrà presentata all’Università degli Studi di Milano. E la maison finanzia borse gli studi per i giovani studenti

L'attrice Florence Pugh e il direttore di Valentino, Pierpaolo Piccioli, ai fashion awards nella Royal Albert hall di Londra
L'attrice Florence Pugh e il direttore di Valentino, Pierpaolo Piccioli, ai fashion awards nella Royal Albert hall di Londra

Lo stilista Valentino presenterà la sua nuova collezione uomo, “Valentino The Narratives”, il 16 giugno all’Università degli Studi di Milano. Una scelta controcorrente, nel mondo della moda sempre più glamour e scintillante, alla ricerca della vita reale.

La scelta controcorrente 

Il direttore creativo Pierpaolo Piccioli (stilista dell’anno agli ultimi Fashion Awards) ha scelto di svelare la sua collezione, nel pieno delle normali attività accademiche, che non subiranno alcuna limitazione, creando un dialogo tra gli studenti, il personale e la città di Milano. Nella visione di Maison Valentino “un omaggio a Milano, ai giovani che la rendono una città vibrante di creatività e alla formazione che li arricchisce”.

Le borse di studio 

Valentino ha deciso di sostenere gli studenti con una donazione all’ateneo, che sarà

destinata al fondo per il diritto allo studio per il prossimo anno accademico. Un segnale concreto da parte della storica casa di moda, per dimostrare di credere di credere nel futuro dei nostri giovani. Cinquanta studenti che seguono l’insegnamento “Culture del Made in Italy in moda e design” alla Statale seguiranno la sfilata dall’interno così come i rappresentanti dei ragazzi e, nel pomeriggio, incontreranno il direttore creativo Pierpaolo Piccioli

Una storia gloriosa 

Il marchio Valentino, fondato nel 1960 quando lo stilista vogherese Valentino Garavani, oggi 91enne, aprì la prima bottega in via Condotti, a Roma. Dopo il rischio bancarotta, sventato all’ultimo, gli anni di gloria con cliente del calibro di Farah Diba, Jacqueline Kennedy Onassis (che sposerà Aristotele Onassis con un abito disegnato da Valentino), Elizabeth Taylor, Marella Agnelli e la principessa Margaret Windsor.  Nel 1998 Garavani e il socio storico Giancarlo Giammetti hanno venduto la compagnia per circa 500 miliardi delle allora lire al gruppo Hdp, conglomerato controllato in parte da Gianni Agnelli. Nel 2002, dopo mesi di trattative, la Hdp cede la Valentino S.p.A. al Gruppo Marzotto per un importo che si aggira intorno ai 240 milioni di euro. E nel 12 luglio 2012 la casa di moda viene venduta alla società Mayhoola for Investments del Qatar.